mercoledì 11 marzo 2015

Dieci infallibili regalini per bimbi piccolini (e no, non sono giocattoli!)



Un'osservazione durata ormai alcuni anni è la solida base scientifica che mi permette di confermarlo: è vero! I bambini giocano con tutto... tranne che con i giocattoli.


A casa nostra, fatta eccezione per la sacra triade composta da macchinine-lego-pista del trenino, i protagonisti dei giochi più riusciti, gli infallibili ingredienti capaci di sedurre, coinvolgere e far innamorare il piccoletto sono ben altri! 


Ecco, in una parziale selezione, dieci oggettini che potrebbero diventare infallibili regalini per bimbi piccolini, se non fossero robette perlopiù già presenti nelle case di tutti!




1) In cima alla top ten ci sono loro: le scatole, che lo dico a fare? 
Scatoline, scatolette, scatoloni. Servono a nascondere giochini e se stessi. Diventano parcheggi per auto, case delle bambole o razzi per astronauti. 



Qualche tempo fa, con enorme successo, due di loro furono trasformate nel forno del pizzaiolo e nel gioco "acchiappa la talpa".





2) La pila
Quando mi spaccavo la testa per cercare idee con cui far passare un pomeriggio piovoso, il piccoletto scovava una pila e si incantava a illuminare il muro, il sotto del divano, il sotto della coda della gatta e qualunque altro pertugio fosse possibile trovare in casa. 
Pila santa subito.

3) Il metro
Dategli un metro e Puki misurerà per delle mezz'ore qualsiasi superficie di casa, senza avere alcuna idea, ovviamente, di cosa sia un sistema metrico decimale. Invariabilmente partirà dai piedi di tutti gli abitanti, per chissà quale fissa feticista, per proseguire con le mutande, i dvd e tutte le sue macchinine, una per una. 
Metro santo subito, appena dopo la pila.

4) Il nastro di carta




Il vero e unico "mai più senza!", ovvero un grande amore, soprattutto mio, lo ammetto. 
Ma come non adorarlo? Non sporca, appiccica il giusto, si può usare sui muri e sulle porte. 

Indispensabile per improvvisare ovunque una pista per macchinine, oppure la ragnatela gigante del ragnetto Whisky o un percorso da spia.






5) Lo spago
O un filo di lana, una stringa, un cordino. Insomma qualunque esponente della categoria "legaccio", con cui Puki crea nodi indissolubili nel tentativo di creare guinzagli per peluche, gru, canne da pesca, armi letali assortite.

6) Cannucce.
Portano sempre con sé la gioia, un po' come la polvere magica di Pollon. 
Vuoi mettere bere lo stesso succo di tutti i giorni con una cannuccia? Si possono poi tagliuzzare per creare coi pezzettini appuntiti delle collane storticciaccole, o usale per improvvisare una corsa di nuvolette...

7) Alluminio.


È lucido, trasforma in un attimo una scatola in un robot o un bastoncino in una spada, diventa una pallina con cui far giocare la gatta e si trova nell'armadietto della cucina più facile da raggiungere. Ecco alcune delle ragioni per cui compriamo alluminio come disperati. 

8) I post-it.
Basta arrotolarli intorno al dito per improvvisare delle marionette, si piegano a metà per creare una coroncina, ma, soprattutto, si appiccicano ovunque. 
Come, e perché, resistere??

9) Imbuto e siringa (senza ago, neh...)
In generale qualunque modo di trasferire i liquidi ha il potere di sedurre mio figlio, che adora giocare con l'acqua e da sempre considera il bidet una delle attrattive indiscusse della casa. 
Lo si può trovare spesso lì davanti intento a inondare il bagno con esperimenti a base di bicchieri, imbuti e siringhe senza ago...

10) Monete e monetine.
Da quando ha il permesso di maneggiarle, ovvero da quando ha smesso di cercare di inghiottirle, è iniziata la passione del piccoletto per le monetine: le impila, le accumula nelle scatole, le usa per pagare gelati di didò. 

Tristemente ammetto di aver saccheggiato le sue risorse più di una volta, ma quella gazza ladra bionda è riuscita a raccattare fino a 25 euro in monetine da 5 centesimi!


Conclude il piccolo elenco improvvisato un oggettino che non fa parte della normale dotazione di casa, ma che ormai noi teniamo sempre a portata di mano per le sue doti di incredibile antidepressivo: non c'è infatti dolore, delusione o sofferenza che non possa essere guarita dalle stelline di Capodanno!





E a casa vostra quali sono i "non giocattoli" capaci di riscuotere sempre un clamoroso successo?


13 commenti:

  1. Aggiungo la fettuccia elastica con cui fare quel gioco con le mani e gli intrecci che tanto andava in voga quando ero piccola, le mollette della biancheria colorate e incastrabili, hanno un fascino irresistibile per i piccoli :))))

    RispondiElimina
  2. Troppo vero, Ale usa rotoli di nastro carta

    RispondiElimina
  3. Il mio cucciolo ha giocato per molto tempo con i coperchi dei vasetti da infilare nelle fessura fatta nella scatola delle scarpe, è durato qualche mese, ora basta.... mi devo inventare altro, e qui trovo moltissimi spunti...

    RispondiElimina
  4. A parte le stelline di capodanno (che a me hanno sempre fatto un po' paura.... :O ) il kit è uguale-uguale al nostro. Aggiungici anche rametti, sassi da colorare, foglie e fiori da pressare nel libri (è un po' bucolico, lo so... ma con un papà contadino la natura è di casa!) ... e poi... vuoi non mettere la magia della colla per creare collage con qualsiasi materiale riciclato??? Un abbraccio Eli
    P.S. da noi l'imbuto diventa anche cappellino e trombetta/megafono...!!!

    RispondiElimina
  5. Mah... Le mie giocano spesso a svuotare la dispensa. Spostano tutto il suo contenuto su un qualsiasi arrangiato " piano da lavoro " e ciò mi concede quel quarto d' ora accademico utile a preparare la cena.
    La mia grande ha giocato a lungo con tovaglie e coperte arrangiandosi abiti da gran galà.
    Infilare monetine in una fessura è una gran passione di entrambe.
    Impilare scatoline di perline rotonde una gran passione della piccol, così come sfilare e poi rimettere pennarelli in un barattolo / portapenne.
    Per mesi quando ero incinta e poco propensa all' attività fisica una grande attività fu il travaso delle nocciole ( ne avevamo un bel contenitore pieno) con l' ausilio di un mestolo di legno dal suddetto contenitore ad un altro tenuto in grembo dalla mamma gravida, attraversando con esso tutta la stanza. Una versione casereccia del gioco del cucchiaio

    RispondiElimina
  6. Mah... Le mie giocano spesso a svuotare la dispensa. Spostano tutto il suo contenuto su un qualsiasi arrangiato " piano da lavoro " e ciò mi concede quel quarto d' ora accademico utile a preparare la cena.
    La mia grande ha giocato a lungo con tovaglie e coperte arrangiandosi abiti da gran galà.
    Infilare monetine in una fessura è una gran passione di entrambe.
    Impilare scatoline di perline rotonde una gran passione della piccol, così come sfilare e poi rimettere pennarelli in un barattolo / portapenne.
    Per mesi quando ero incinta e poco propensa all' attività fisica una grande attività fu il travaso delle nocciole ( ne avevamo un bel contenitore pieno) con l' ausilio di un mestolo di legno dal suddetto contenitore ad un altro tenuto in grembo dalla mamma gravida, attraversando con esso tutta la stanza. Una versione casereccia del gioco del cucchiaio

    RispondiElimina
  7. Mi ritrovo in molti oggetti della tua lista alla quale aggiungo la sparabiscotti che a seconda dell' occasione si trasforma in motopicco, pompa dei pompieri, trapano, frullatore, avvitatore, sparachiodi..e chi più ne ha più ne metta! !!

    RispondiElimina
  8. E gli elasticiiiiiiii?!?! ^_^
    Sara

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...