domenica 7 febbraio 2016

quel che si dice "un gioiello di famiglia"


Arriva a fare colazione stropicciandosi gli occhi, con un ciuffo di capelli sparati e un solo calzino.
"Mamma, ti devo raccontare di quella cosa che mi hanno detto all'asilo"
"..."
"..."
"Puki? Allora, sta cosa?"
"Aspetta. Sto cercando di capire cosa è vero e cosa ho solo sognato".
Ecco, in questo periodo mio figlio è tutto in questa frase qui, alla perenne ricerca di cosa è vero nei sogni o di cosa vale la pena di sognare a occhi aperti per dorare la realtà. 


giovedì 31 dicembre 2015

Di mantra sul frigo, sacchi di risate e auguri

E se è destino che vada tutto in vacca, allora tanto vale essere felici. Senza aspettare che vada tutto bene: perchè potrebbe anche continuare ad andare tutto abbastanza storto, e rischiamo di bruciarci un sacco di risate nel frattempo.

Da anni questa frase di Beatrina Incorporella, tratta da uno dei post più belli che abbia mai letto, è il mio mantra. 
Campeggia sul mio frigo per ricordarmi ogni mattina quale sia il modo in cui voglio vivere. 

Niente di elaborato, nulla di difficile, nulla di improbabile nei miei buoni propositi: siamo onesti, non andrò a Yoga, non imparerò a mantenere decente la manicure nè a contare le maglie all'uncinetto e non leggerò più libri di quanti non stia facendo. E di sicuro non ho alcuna intenzione di curare la mia dipendenza dal cacao. 
 
Insomma non ho altri buoni propositi, non ho altri desideri speciali che essere dove sono, godermela il più possibile ed evitare di bruciare sacchi di risate.
 
Ho invece la serena e completa consapevolezza che quelli che sto vivendo sono, con ogni probabilità, i proverbiali migliori anni della mia vita! 

Spero che sia lo stesso anche per voi, anzi è davvero questo il nostro augurio per il 2016, con tutto il cuore!







mercoledì 23 dicembre 2015

Babbo Natale esiste! E c'è un' app che lo dimostra!

video


"La notte di Natale vado a dormire con la giacca e il cappello"
"Hai freddo piccoletto? Aggiungo una coperta nel letto e..."
"Ma qui sta il trucco! Non dormo mica nel letto! Dormo sotto al tavolo del giardino così becco Babbo Natale e le renne. Che ne dici di sto piano geniale?"

Ecco, per bimbi disposti a tutto pur di sgamare il vecchietto col vestito rosso, c'è un'app gratuita da scaricare assolutamente. 

Adesso. 

Essa saprà stupire i piccoli di casa creando un filmato di Babbo Natale ambientato nel vostro salotto, proprio accanto al vostro albero! 
(Quello del filmato è il mio, si riconosce dall'omino playmobil spiaggiato lì da cinque giorni...)

Come si chiama questo colpo di genio?

mercoledì 16 dicembre 2015

il labirinto del fratello maggiore

(In collaborazione con Naturino)

"Si stava meglio quando Francekka non c'era".

Sono arrivate così, dopo due mesi di convivenza con la piccolina. 
Borbottate a bassa voce mentre sembrava impegnato solo a guardare i cartoni, eppure pesanti come il macigno che in tv stava piombando in testa a Willie Coyote.


Poche parole capaci di far rinascere tutti i dubbi che mi avevano accompagnato durante la gravidanza: per nove mesi avevo temuto il cambiamento, la rottura del nostro idilliaco equilibrio a tre, mi ero chiesta come avremmo affrontato la novità e, per essere del tutto, dolorosamente, sincera, avevo avuto una fifa boia di aver compiuto un passo di cui mi sarei pentita. 

domenica 13 dicembre 2015

il memory GIGANTESCO



Se è vero che per dipingere una parete grande non ci vuole un pennello grande, la musica cambia completamente quando in pista si trovano un biondo cinquenne e il suo gioco preferito in cui, in effetti, è un asso pazzesco. 

Per il memory le dimensioni contano eccome, signora mia, anzi oserei dire che, come spesso ci troviamo a pensare nella vita: "Più grande è, meglio è!"

Ecco come preparare per & con i piccoli di casa un memory che li conquisterà con le sue elefantiache dimensioni!

mercoledì 9 dicembre 2015

Un (super) angioletto di Natale


"È invisibile! Cioè, proprio non si fa vedere, ma è velocissimo, sai! Sa volare, e quando sei in pericolo ZAAAAAC! Ti salva!"
"Amore, ma chi? Iron Man?"
"Naaaaa! L'angelo custode!"

La faccenda dell'angelo custode ci è un po' sfuggita di mano, lo ammetto. 
In effetti capita spesso che le immagini religiose di Puki sembrino disegnate da Stan Lee. 
Un giorno magari assesteremo il tiro, ma per ora lui è molto orgoglioso di avere un personale supereroe pronto a intervenire per coprirgli le spalle.

Ne abbiamo creata insieme una versione di carta, con un metodo, visto qui, SUPERsemplice e SUPERveloce, adatto alle sue dita di bimbo e, soprattutto, alla sua SUPERimpazienza. 

Ecco come è nato l'angioletto che, nei miei piani, doveva decorare la capanna del presepe, ma che è invece finito a combattere accanto agli Avengers nella lotta contro i dinosauri carnivori. 

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...