venerdì 13 marzo 2015

Little Party: storia di una rinascita



Ho conosciuto Alessia grazie al blog e, chiacchierando, ho scoperto alcune cose su di lei che mi hanno conquistato. 
Innanzitutto che è un pozzo senza fondo di gentilezza, entusiasmo e ottimismo.
Si capiva dalle sue parole, ma anche dalla sua storia: la nascita del suo bambino ha infatti coinciso, come succede a molti genitori, con la fine, forzata, della sua precedente esperienza lavorativa. 
Dopo lo sconcerto iniziale Alessia, insieme alla sua socia Paola, si è buttata a capofitto in una nuova avventura, del tutto diversa: LittleParty, un negozio on-line di accessori per le feste dei più piccoli, in cui si trovano prodotti dal limitato impatto sull'ambiente, che mi hanno conquistato per la grafica fresca e moderna, lontana anni luce dal merchandising dei cartoni famosi in cui siamo immersi ogni giorno!



Ho chiesto ad Alessia di raccontarmi meglio la loro avventura, ma siccome sono lenta e tonda in ogni aspetto, ultimamente, mi sono trovata solo ora a scartabellare tra le foto del compleanno di Puki, che cade in luglio, in cerca dei dinosauri di Little Party.
Non vi dico la nostalgia e la voglia di estate che provo oggi!

Alessia, nasce un bambino e nasce l'idea di Little Party: in che modo queste due rivoluzioni della tua vita sono collegate?

Little Party nasce dalla fine di un contratto lavorativo in concomitanza alla nascita di mio figlio.
Dopo diversi anni di lavoro precario in banca, con un contratto a termine ed una vita programmata solo in funzione del lavoro, ho preso coraggio e abbiamo deciso di lasciare spazio all'esperienza più bella, più intensa e più difficile della mia vita: un figlio!
Diventare mamma è stata una gioia immensa, ma al rientro al lavoro ho subito pressioni davvero pesanti.
Dal giorno in cui mi hanno comunicato che non mi avrebbero rinnovato il contratto, sono passati più di due anni, spesi per raccogliere tutte le mie forze e la grinta d'animo necessarie per inseguire il mio sogno.
È vero che chiusa una porta si apre un portone, ma bisogna avere il coraggio di cambiare, nonostante tutto. 




Come hai iniziato?
All'inizio ho avuto il supporto della mia famiglia e di mio marito senza il quale non sarei mai riuscita a superare tante nottate e difficoltà.
Non sapevo niente di attività in proprio, di spedizioni, di commercialista o di social network e se avessi pensato solo a tutte le difficoltà forse non avrei nemmeno cominciato!
Poi la vita ti sorprende, quasi sempre in positivo, e nuove idee nascono dalle piccole cose, dalla quotidianità che ha portato, per esempio, a un incontro speciale con una mamma del nido, con la quale condividevo non solo le occhiaie, ma anche sogni nel cassetto.
Da questo incontro è nata l'amicizia con Paola mamma di due bellissime bambine, architetto e... un vulcano di idee!
Qual'è l'idea che rende Little Party il progetto speciale che è?

Little Party è in primo luogo il progetto di due mamme, tre figli ed una esperienza internazionale, perché vivo da appena un anno in Olanda. 
Il bello di questo lavoro è che posso trascinarmelo ovunque anche se senza l'aiuto della mia socia Paola sarebbe stato tutto più difficile. Le nostre chiamate Skype sono interminabili e un po' chiassose  visto che spesso vengono interrotte dalle voci dei nostri figli! :-)

Ci divertiamo insieme a cercare nuovi prodotti, e la scelta nasce  dall'ispirazione dei bambini e dai nostri gusti personali.
Cerchiamo di capire cosa possa  divertire i bambini, piacere alle mamme e rendere speciale una festa di compleanno.



Da voi innegabili esperte: quali caratteristiche ha la  vostra festa di compleanno ideale? 

Sia io che Paola pensiamo sempre che una festa sia speciale già dal momento in cui si comincia a progettarla. 
Noi amiamo tantissimo le feste in casa o in giardino, ci portano un po' indietro nel tempo tra i ricordi d'infanzia quando le nostre mamme indaffarate cucinavano e il tavolo si trasformava in un banchetto di dolci, tramezzini e pop corn che terminava con torta tutta pannosa!
E poi le feste in casa durano di più, perché quelle bandierine e quei palloncini rimangono per giorni e giorni e con loro anche la gioia di aver fatto vivere ai nostri figli una giornata indimenticabile!
Insomma per noi con Little Party ogni giorno è una festa.

(modalità nostalgia ON)
In questo caso la festa di Puki rientra nella descrizione! Gli ingredienti c'erano tutti: un giardino assolato...




...pop-corn, la splendida torta della mia amica Elisa...



 ...risate di bimbi in libertà...



e tanto colore, anche grazie alle decorazioni di Alessia e Paola che hanno conquistato tutti: piccoli




P.S.
Se siete mamme o papà costretti dalla genitorialità a una svolta professionale e vi va di raccontare come ve la siete cavata, io sono qui: adoro le storie di rinascita e nuovi inizi!



8 commenti:

  1. Mi sono immedesimata tanto nelle parole di Alessia...grazie per averci fatto conoscere questa nuova realtà'. Miro'

    RispondiElimina
  2. ..complimenti ai nuovi inizi.. gioiosi, ottimisti e pieni di sprint!
    sono pronta ad organizzare, con l'arrivo della primavera, il prossimo compleanno del mio bimbo! ;)

    RispondiElimina
  3. Un grandissimo e speciale grazie a Giada per questo bellissimo articolo e per le foto stupende! Alessia & Paola

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...