martedì 28 gennaio 2014

I giorni della merla: una fiaba invernale

"C'era una volta una merla..."
"No, una gazza!"
"Nano, basta però con questa tua assurda ossessione per le gazze! Va bene, c'era una volta una merla di nome Gazza che aveva meravigliose penne bianche come la neve."
"Bianche… tsè! Che noia! Rosse erano più belle, pure verdi e blu, o rosa!"
"Puki lo so che il bianco ti crea ansia, ma se vuoi ancora che ti racconti perché questi si chiamano 'i giorni della merla' stai a sentire, ok?"
"Ok. Sto' a sentire. Ma era una gazza!"
(Ooooommmm!)
"Dov'ero rimasta? Ecco!"


Erano gli ultimi giorni di Gennaio, i più freddi dell'anno: tutti gli uccellini vagavano alla ricerca di vermetti e semini, e di un posto caldo dove potersi rifugiare per passare la notte. Gazza aveva provato a dormire nel mezzo di un cespuglio, ma le foglie erano cadute da tempo e spifferi gelati soffiavano in mezzo ai rami. E che cos'era quello?

Un fiocco di neve? Brrrr, ci mancava solo una bella nevicata! 
Alzando il becco per acchiappare un fiocco dondolante (che la neve è una seccatura per un uccello infreddolito, ma farla sciogliere sulla lingua è troppo divertente!), Gazza aveva visto un filo di fumo uscire da un caminetto.




"E poi?"
"Aspetta, piccolo, dobbiamo finire di disegnare la nostra merla! La facciamo bella bianca da una parte e nera dall'altra.
"Nera?? Pecché nera?"
"Tu falla nera, intanto io ti racconto il perché"




"Bel lavoro! Adesso incolliamo i due uccellini ai due lati di una matita"
"E poi?"
"Poi riprendiamo la storia!" 



Quel caminetto era proprio quello che ci voleva: era calduccio a ogni ora del giorno e della notte! La merla Gazza ci si rincantucciò e sospirò di soddisfazione sentendo finalmente scongelare le penne della coda. Il fumo forse era un po' fastidioso, ma era certo meglio del vento gelido che soffiava là fuori!



E così la merla rimase nel camino fino al mattino del primo di febbraio, quando vide sorgere un bel sole rosso che annunciava la fine dei giorni più freddi dell'anno.



Gazza uscì dal caminetto, e si scrollò per togliersi la fuliggine di dosso e fu allora che ebbe una enorme sorpresa! 
Le sue penne erano diventate tutte nere, proprio come il carbone! Un raggio di sole le colpì e le fece scintillare con mille riflessi: altro che quel noioso bianco! A Gazza il suo nuovo colore piacque moltissimo! 



Tutti i merli, a dire il vero, ne rimasero incantati e da quel giorno ognuno trascorse gli ultimi gelidi giorni di gennaio al calduccio in un camino, per scaldarsi e per ottenere quelle splendide, lucenti, penne nere.



"Vojo ancora questa storia, ma con il gioco! Come funziona?"


"Capito, racconta ancora, io gioco!"



Conoscevate il nome dei giorni più freddi dell'anno? A me la raccontarono da piccola e da allora mi capita di buttare un occhio ai camini pensando che tra poco il peggio dell'inverno sarà passato!

P.S. Sono anche i giorni migliori per dare da mangiare agli uccellini, se vi va di farlo magari potreste usare la ricetta suggerita dalla LIPU!

 




47 commenti:

  1. Sei un vulcano di idee! Ma come fai?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esagerata! ;D
      Tenere ferma la testa è un po' complicato, ma stasera anche tenere fermo lo specchio: ho il tutone del marito, il mollettone in testa e vuole a tutti i costi sputazzarmi in un occhio! ;P

      Elimina
  2. la storia la conoscevo. ma raccontata così, è meraviglia.
    vado a dormire serena ora. e al calduccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio la stessa sensazione che provo io quando me ne sto a tirar tardi nella casa addormentata mentre fuori nevischia, e io qui tranquilla a scrivere sotto al plaid...

      Elimina
  3. Ma che carina questa idea!!!! Mi piace un sacco!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara mi fa davvero piacere!!!! Se provate fammi sapere com'è andata!

      Elimina
  4. Sapevo che venissero chiamati così, ma non ne conoscevo il motivo. Mi è piaciuto un sacco scoprirlo in questo modo! Grazie per condividere con noi i tuoi pensieri e le tue idee.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Katia evvai! Mi chiedevo se avrei incontrato qualcuno cui raccontare per la prima volta questa piccola storia!!
      Grazie a te per il messaggio!!

      Elimina
  5. Quando ero piccina, la maestra ci raccontò la storia a scuola... e ne rimasi incantata!
    Direi che raccontata come hai fatto tu, è una meraviglia!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cecilia!
      Anche per me la stessa reazione: incantata dalla storia della merla bianca che diventa nera! Non posso fare a meno di pensarci ogni anno!!

      Elimina
  6. che bella idea!!! anche mia madre mi raccontava sempre questa storia e anche la nostra sr ha una fissa per le gazze...??!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma parliamone: gazze???? Ma è una fase infantile che non conoscevamo?? Perché capisco spiderman e i mostri, ma le gazze???

      Elimina
  7. i giorni della merla sono i giorni in cui sono nati i miei figli. L'avevo già cercata la storia, ma stasera gliela racconto! Grazie di avermela ricordata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora tanti auguri a quei due musetti furbi!!!

      Elimina
  8. la storia la sapevo, ma non avevo mai pensato di raccontarla così. post favoloso. ti amo. ma già lo sai. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora vedi che la cosa è reciproca? (cit.!!!)
      ;D ;D ;D Un bacio grande!

      Elimina
  9. Questo giochino sarà il nostro gioco del pomeriggio;-)) grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, arrivo ora, chissà com'è andata??

      Elimina
  10. Pura poesia! Il tuo stile incanta anche un adulto, figuriamoci un bambino! Il giochino sto pomeriggio lo proviamo... grazie, mi hai fatto tornare piccina! :-)
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, ma che bello!
      Siamo in due allora a tornare un po' bambine con questa merla freddolosa!
      Grazie per questo commento dolcissimO!!

      Elimina
  11. Bimbo divoratore di storie malato in casa nei giorni della merla....DATEMI PENNARELLO, MATITA E FORBICI che devo costruire un camino subitoooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AAARGH!!! Allarme bimbo malato!!! Spero abbia funzionato!!

      Elimina
  12. Risposte
    1. Simo, grazie!!
      Come i tuoi piatti! Li ho intravisti e sono un po' indietro con la lettura dei feed ma voglio vederli meglio!!!

      Elimina
  13. http://riusocreativo.blogspot.it/2014/01/mi-sono-proprio-emozionata.html

    Ho condiviso il tuo post da Pinterest sul mio blog: é troppo bello x non divulgarlo!
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Anna, ma che bellO!! Grazie mille!!

      Elimina
  14. Mio nonno mi parlava sempre dei giorni della merla... bellissimo modo per ricordarlo e "trattenerlo" con noi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, sono contenta di aver un pochino contribuito... che commento dolce, grazie!

      Elimina
  15. Ma che cariiiina!!! Pero'...problema: i giorni della gazza/merla sono troppo vicini a Natale. Mia figlia alla fine della storia mi ha guardata con sospetto e ha detto "uhm...mamma...E BABBU????" Trad: se sta merla sta nel camino che fa, ha sfrattato Babbo Natale ?!?!? :P Se erano a giugno era meglio,almeno nel frattempo si era scordata del resto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHA!!! Astuta!!! E noi spostiamoli a giugno, e mandiamo la merla a nascondersi nel baracchino dei gelati... io fossi in lei ci starei!

      Elimina
  16. Già riciclato per la serata, bellissimo! Solo che la merla da un lato è tutta arancione, e al terzo giro la storia è diventata una storia di 'daghi' e la merla tutta nera perché era stata sbruciacchiata: insomma, un successone! ;)
    Pietra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietra!!! MA quello che hai descritto è davvero un successone!!! Da noi è diventata blu e marrone, poi abbiamo disegnato una cuginetta (che Puki non ha bene idea di cosa sia ma adora la parola) e le abbiamo messe sulla caserma dei pompieri in mezzo a un incendio e un attacco di coccodrilli! Successone!! ;D

      Elimina
  17. Helpful information. Lucky me I discovered your site unintentionally, and I'm stunned why this
    twist of fate did not came about in advance! I bookmarked
    it.

    Review my web-site - us

    RispondiElimina
  18. Bellissima idea! Ho giusto un paio di rotoli da poter usare ;-)

    RispondiElimina
  19. Fatto ;-)!!!! Oggi la mia grande (6anni) è a casa con un po' di febbre e mentre la piccola dormiva (2anni) noi abbiamo letto la storia originale, che già le è piaciuta molto, e poi la tua, e abbiamo costruito merlo e camino e le è piaciuto ancora di più, tanto che poi l'ha raccontata anche alla sorellina!
    Grazie per le splendide idee!

    RispondiElimina
  20. Sta sera raccontero' a Elisa la storia dei giorni della Merla... e magari sabato mattina proveremo anche a fare il giochino....sei bravissima.

    Claudia

    RispondiElimina
  21. La storia la conoscevo... certo che raccontata così è tutta un'altra cosa!!!
    Grazie

    RispondiElimina
  22. La storia è nota, ma questi tuoi "effetti speciali" sono favolosi! Complimenti, che fantasia! Sei stata bravissima e ti rubo l'idea per arricchire il mio post su questi Giorni della Merla. :-)

    RispondiElimina
  23. a mia figlia hanno raccontato questa storia all'asilo e le è piaciuta tanto ma l'idea di animarla come hai fatto tu è splendida! ^_^

    RispondiElimina
  24. Most people looking for about moving quotes do so
    because they have to move, and they know it. They
    help clients with their expert services on different relocation needs and situations.
    The Street Fiction ebooks available at this store are one of the best in their genre.
    An infestation is likely to occur if packaging has been opened and not perfectly resealed again for a long period
    ; however they can also occur during the food processing plant and
    warehouse storage. They help people in all relocation situations
    ' home shifting, shop moving, business relocation, industry shifting, etc.
    They will provide you information about the good moving boxes vendors
    who are popular in area. Middle East region is hugely popular
    among expatriates as a career destination as people from all nationalities and religions come together to earn attractive salaries in return for their expert services.
    They will used simply by several sportsmen, celebrities, artists and also
    superstars for instance - Supra Skytopwill be duplicated,
    of his concerts and also roller skates celebrations.
    Once you have the right house plan that fits your preferences, you should then consider the materials.
    Furthermore the have their own fleet of various goods
    carriers, moving trucks and big tempos which are especially designed for
    safe and damage-free transportation of goods from one place to another.



    Visit my web blog air movers on a cat 3 loss

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...