giovedì 18 ottobre 2012

Da Etsy con ironia: due chiacchiere con madamaRobè

Conoscete Etsy, vero? È uno dei più grandi negozi virtuali di handmade in cui i creativi possono aprire una propria vetrina e mostrare e vendere i propri prodotti, nonchè uno dei miei rifugi preferiti in cui ricaricare le pile, in cui perdersi, saltellando di negozio in negozio, di creativo in creativo, alla ricerca di ispirazione e idee, e in fuga dai programmi televisivi che il Vet adora, e che ogni tanto mi propina, su catene di montaggio di fabbriche assurde o su americani messi malissimo impegnati a fabbricare alcolici in uno sperduto boschetto della Virginia... 
E proprio mentre la tv mostrava il complicato procedimento con cui si creano gli stuzzicadenti, io incontravo Roberta e le sue spille.


Il negozio di Roberta mi ha messo allegria fin dal nome: madamaRobè, adorabile! Curiosando fra le sue creazioni, spille-fumetto dalla forte personalità, mi sono più volte scompisciata dal ridere! Date un'occhiata, per esempio, alle pillole di ironica saggezza esibite dalle piccole spille, alternate ai momenti di pura e gioiosa "stupidera"...

("Non sono strana, sono un'edizione limitata!", "Non perdere mai il tuo sense of humour", "Se sei felice batti le mani", "Il cioccolato ha sempre la risposta giusta!")
 Roberta ha accettato di rispondere alle mie curiosità per creativi, attraverso le domande che avevo già rivolto ad Arianna, ed ecco le sue risposte:

Parlaci di te e del tuo lavoro: da dove nasce l’idea?
Mi chiamo Roberta Vianini e sono veronese, prima di dare vita a madamaRobè lavoravo nella formazione delle risorse umane ma grazie alla crisi ho deciso di trasformare un mio hobby nel mio mestiere.

Ci racconti il tuo processo creativo? Dove lavori? Con quali strumenti?
Le idee mi vengono improvvisamente, specie quando sono in movimento e in viaggio. Le spille sono arrivate così :)
Lavoro a casa e utilizzo le paste modellabili polimeriche che cuociono in forno così poi le creazioni sono indistruttibili e non si rovinano con il tempo.

Come cerchi e scegli i materiali che usi?
Ho i miei negozi on line e non di fiducia. Ma sono curiosa e mi guardo sempre in giro.
("Jane Austen aveva ragione")
Come ricarichi le tue "batterie creative"?
Il top è una delle mie vacanze, "mie" nel senso che le organizzo sempre da me ed è una cosa che adoro fare. Già il prendere in mano una Lonely Planet o una Routard mi fa sentire davvero bene.
Altri modi sono fare un giretto in centro senza uno scopo particolare specialmente nella zona di Ponte Pietra, visitare una mostra, fare foto, leggere, fare treasuries su Etsy... ho molti interessi a dire la verità.

Che cosa significa per te “handmade”? Qual è il valore aggiunto?
Per me una creazione handmade è una creazione speciale, c'è sicuramente il cuore, oltre alle mani e al cervello, di chi l'ha creata. Per questo motivo l'handmade deve essere valorizzato. Io credo fermamente che la crisi sia una grande opportunità per chi ha creatività da vendere, questo è un ottimo momento per rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

La spilla che più ti rispecchia?
Come si fa a scegliere uno dei propri figli? :)

Obiettivi futuri?
Un anno fa ho aperto la mia partita iva, ora sto per brevettare il mio brand e le mie creazioni. E' importante che l'handmade sia professionale, altrimenti nell'immaginario comune sarà sempre legato al concetto di hobby. Ci vuole sempre professionalità, non solo a parole ma anche nei fatti e i fatti comprendono anche il pagare le tasse.
L'obiettivo più a breve termine è il mio "Festival dell'Handmade - I Nuovi Creativi" di cui sono molto orgogliosa dove sarà possibile trovare una mia selezione di circa 50 creative/i che venderanno le proprie creazioni, vi avviso già che sono tutte stupende... vi aspetto numerosi il 24-25 novembre all'Arsenale di Verona.
Poi ho altre idee e progetti in cantiere, ma per ora non ne parlo ;)
("Amo cucire!")
Hai un negozio on-line su Etsy: daresti qualche consiglio a chi pensa di fare lo stesso? Quali regole non scritte bisogna rispettare?
Il negozio su Etsy va seguito il più possibile per farlo funzionare perchè gli shops presenti sul sito sono davvero tantissimi. 
Io l'ho aperto nel 2009 quando per me creare significava fare collane e bracciali per hobby. Le mie spille sono nate all'inizio di quest'anno e di lì a qualche mese ho iniziato a vendere con un certo ritmo, ricevo bellissimi feedback e molti clienti ritornano: questo mi sprona ad andare avanti anche su Etsy e a fare sempre meglio. 
Poi io adoro fare i pacchettini con cura e sapere che le mie spille volano ovunque. Altri consigli: avere un prodotto originale, inserire spesso nuovi items, taggare bene, fare foto di qualità perchè il possibile acquirente non può toccare l'oggetto ed inoltre una foto fatta bene viene scelta più facilmente per le treasuries...e appunto fare molte treasuries e commentare quelle in cui si viene inseriti. Inoltre è utile saper usare Twitter e Facebook come strumenti di marketing.

Ultima domanda: dove ti troviamo e come possiamo contattarti?
Attraverso il sito internet www.madamarobe.com
e il mio blog: madamarobe.blogspot.it/

Non resta che chiudere questa bella intervista con un ottimo consiglio...

22 commenti:

  1. Bellissima intervista, brava!!! e poi... Io tifo per Madama- veronese-Robè! ; )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katia, grazie!
      Eh sì, un vulcano questa donna! Tifo anch'io da qualche giorno!!
      Ciao!
      G.

      Elimina
  2. MadamaRobè è un nome geniale, mica la conoscevo, adesso ho un altro negozio etsy da seguire...carine le spille e interessante intervista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno, è un nome assolutamente geniale! Ed Etsy è un tunnel pericoloso, un altro posto dove ho aggiornamenti in arretrato! La verità è che bisognerebbe passare la giornata a vagare tra etsy pinterest e chissà che altro che dobbaimo ancora scopreire... suggerimenti a proposito?

      Elimina
  3. Carineee..ma posso fare una domanda?? Ma vende solo spille? E riesce a tenere in piedi un'attività così? Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, glilo chiediamo? Aggiungiamo una domanda, Tanto Roberta è gentilissima!

      Elimina
  4. non la conoscevo
    vado alla ricerca di jane austen was right

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io lo sapevo che sarebbe stata la tua preferita!
      C'è anche "Are you Mr. Darcy?" che ti aspetta...

      Elimina
  5. if you're happy clap your hands... i love t!!! :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SISISISIS, anche io la adoro!;D Ma forse mi merito la prima... ;P

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Grazie! :***
    Vi aspetto al mio Festival dell'Handmade a Verona per conoscervi di persona! Si terrà nei giorni 24-25 novembre all'Ex Arsenale!

    RispondiElimina
  8. Hey.. il Vet che fa il 24-25 novembre?
    Scappiamo a Verona insieme? ;-)
    Elisa

    RispondiElimina
  9. Non so come sia potuto succedere che mi sono persa questo post. Per fortuna oggi sono venuta a rileggere un po' e surprise!!!!! Le spille sono divertentissime e il contenuto dell'intervista intelligente e assolutamente condivisibile.
    Io ci vado al festival handmade organizzato da Lei e ora la contatto pure;)

    La spilla sarà mia e, se mi conosco, molte molte altre cosette

    RispondiElimina
  10. Una domanda... Ma chi vende su Etsy, le tasse, come le paga?

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...