lunedì 19 ottobre 2015

Dolcetto? NO, scherzetto!


"Mamma, per Alluin si va in giro a dire dolcetto o scherzetto?"
"Sì, amore, anche quest'anno andremo ad allietare il vicinato"
"Umh... Dolcetti sempre dolcetti, ma lo scherzetto dove sta?"

In una casa in cui risuonano interogativi tipo: "come si chiamava Capitan Uncino quando aveva ancora due mani?" o "E la Bestia quando era ancora principe?", ci mancava una contestazione sulle caramelle.

Questa volta, però, la risposta è stata abbastanza semplice: lo scherzetto ce lo facciamo noi!


Il procedimento è davvero semplice e, lo confesso, liberamente ispirato al giochino che avevo fatto per raccontare a Puki la leggenda dei giorni della merla.

In questo caso sbucherà un fantasma, un mostrino o un lupo mannaro, quello che si vuole, purché si segua l'unico passaggio per realizzare lo spaventoso scherzetto:


Si nasconde bastoncino e mostrino nel rotolo di cartone colorato e si può iniziare a spaventare!



Spaventosamente divertente! 

(cielo, che battutona...)

20 commenti:

  1. è veramente un'idea molto carina e originale, complimenti. ciao.
    marina

    RispondiElimina
  2. me lo sono chiesto sempre anch'io come si chiamava capitan uncino quando aveva due mani!!!!!! Domani lo faccio anch'io il fantasmino spaventoso al grido di ....Allouin alla riscossa!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Bravo, una idea fantástica. Acabo de descubrir tu blog y me quedo a seguirte.
    Saludos
    Pi

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...