giovedì 19 marzo 2015

L'ovetto volante, ovvero il riciclo creativo più veloce che c'è!


Sono certa che esista un girone dell'inferno per la mente diabolica che ha inventato gli espositori ai lati della cassa del super. 
E uno dedicato a chi ha donato alla mente di un quattrenne la capacità di contrattare come un patteggiatore dell'FBI sul dolcino da infilare nel carrello all'ultimo secondo.  

Eppure talvolta queste frustranti esperienze danno soddisfazioni: dai chewingum alla liquirizia ho ricavato la faccetta schifatissima di Puki, dagli ovetti più famosi del mondo la soddisfazione di trasformare il contenitore della sorpresa in un secondo giochino, in due minuti, con due semplicissimi gesti e due ingredienti.


L'idea, vista qui, permette di ottenere una squadriglia di piccoli elicotteri in cinque minuti, e può essere tranquillamente realizzata in solitaria dai bimbi più grandi

Ecco come.

Per prima cosa si apre l'ovetto e si ritagliano dei pezzetti di cartoncino.


Si incollano poi sull'ovetto le strisce di cartoncino
Quelle più corte diventeranno i pattini per l'atterraggio, quelle più lunghe le pale dell'elica. 

Tutto qui.


Però se anche voi avete in casa un bimbo perfezionista, potete aggiungere un passaggio che farà girare la pale

All'elicottero, s'intende...



Già intravedo, con l'arrivo delle uova di Pasqua, il moltiplicarsi di elicotteri di ogni colore e dimensione!





13 commenti:

  1. fighissimo, segno nelle cose da fare al campo estivo :P

    RispondiElimina
  2. wow! ganzo! da rifare al più presto!!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...