domenica 19 gennaio 2014

La palla di vetro con la neve personalizzata!

E piove, piove, piove...
"Nevica?"
"No, nano, piove"
"Quando nevica? Perché non nevica? Voglio la neveeee!"
Lo so che vuoi la neve, piccolo cocciuto biondino! Non desideri altro da quando ne sei rimasto incantato ed estasiato durante le vacanze di Natale, la vuoi per far sciogliere i fiocchi sulla punta della lingua, per fare feroci battaglie con palle di neve grandi quanto cocomeri, per erigere pupazzi storticciaccoli e ridere di noi che facciamo i buffoni solo per vedere quella faccina dalle guance rosse e dal sorriso enorme. 
Ma la neve non c'è. Punto!
Ci sono in compenso eterni pomeriggi di pioggia e cielo bigio, da far passare anche costruendo con te un giocattolo piccolo, ma enormemente kitsch: la tua palla di vetro personalizzata!
Per essere, ancora una volta...

palla di vetro con la neve fai-da-te

Costruire una palla di vetro è un semplice passatempo per pomeriggi disperati, ma farne una personalizzata è una figata pazzesca: permette di immergere futuri astronauti in mezzo a stelle vorticanti, di circondare fatine dei fiori con mille farfalle e petali svolazzanti, insomma di usare la fissa del momento per far divertire di più i piccoletti, e fargli fare quasi tutto il lavoro! :)
Iniziamo? 


Si plastifica la fotografia. In cartoleria se si vuole fare un lavoro fatto bene, o un regalino, in casa se si improvvisa alla grande con quello che si ha nel cassetto: il nastro adesivo.
Si ritaglia la foto e poi la si riveste.

Non sarà una soluzione capace di durare per l'eternità, ma il piccoletto si sarà stufato del gioco prima che questa plastificazione casalinga ceda, è una certezza!


A questo punto si incolla la fotografia al centro del tappo del barattolo, aggiungendo magari elementi capaci di creare l'ambientazione: per l'occasione ho ritrovato un pezzo di polistirolo e ho affidato al piccolo il compito di ricavarne palline di neve...

Per distrarlo dal polistirolo gli metto in mano luccichini e paillettes, che vorticheranno quando si capovolge la palla di vetro.

 Aggiungiamo pezzettini di carta "plastificati" per fare la neve, riempiamo il vasetto di acqua e vi avvitiamo il tappo.
Siamo pronti!
Capovolgiamo il barattolo e...

Di breve durata, però, perché la nostra palla di neve perde da far paura, sgocciolando magia ovunque!
La sigillo con la colla e ripartiamo, ma imparo la lezione: per le altre palle di vetro sarà meglio accertarsi che il barattolo sia a chiusura ermetica PRIMA di compiere magie! :)


E voi come siete sopravvissuti a questo umido weekend?

15 commenti:

  1. Sei una fonte inesauribile di idee...quanto è fortunato il tuo bimbo! Si diverte un mondo!
    Immagino che per lui le tue pessime idee siano davvero il massimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcune volte va dal padre scuptendo la testa perché "mamma ha fatto un casino"... ;D MA io continuo a sperarci! :)))

      Elimina
  2. Simpaticissima idea e simpaticissimo il tuo racconto :D
    Anche io ho un bimbo piccolo di 4 anni e mezzo (come preciserebbe lui!) e anche io ho dovuto accontentare, anzi soddisfare, la sua voglia di fare un pupazzo di neve ( incredibile...non mollano...ci lavorano al fianco per poi sfinirci!), e siccome qui a Roma di neve non c'è neanche l'ombra, lo abbiamo realizzato con due pom pom di lana bianca e devo dire che per il momento, l'ho accontentato. Alla prossima richiesta della neve, gli proporrò la tua simpatica palla di vetro.
    Grazie per la dritta!
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuela, mi raccomando il vasetto!! Chiusissimo!!!!
      Geniale l'idea dei pompom!!!

      Elimina
  3. Festeggiando l'ennesimo compleanno di questo periodo (alla faccia dell'Epifania che non se li vuole portare via), ovviamente ^_^
    Ma questa neve casalinga mi incuriosisce un sacco....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora compleanni??? MA bon! ;D
      Neve carina, molto carina, per bimbi fissati poi è eccezionale, ma quel barattolo perdeva ovunque! ARGH!!

      Elimina
  4. Noi ci siamo tuffati nell'umidità della nostra casa a mare dove il Tigre e la Pulcetta adorano a andare anche d'inverno e dove ci sono: lo spazio verde, il mare e dei giocattoli che non vedono mai e che, per questo, sono affascinantissimi! Niente creatività vera e propria questo week end...ma ci aspettano tanti pomeriggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia! Leggevo e pensavo: ma che bello!!!! Niente creatività? Emh... MACHISSENE! HAi descritto il weekend perfetto! ;D

      Elimina
  5. anche la mia ha una voglia matta di neve!
    non vede l'ora di rifare un pupazzo di neve, l'anno scorso l'aveva chiamato caki.
    "quest'anno lo facciamo femmina" ha detto..."e lo chiameremo caka!"
    eravamo in macchina ed abbiamo riso come pazzi!

    RispondiElimina
  6. beh con quell'espressione un po' di stelle vorticanti ci stavano proprio! :-)
    il nostro weekend? doveva essere con cugini a divertirci, anche se in casa, è finito noi e il termometro, insieme appassionatamente. ancora.

    RispondiElimina
  7. Ciao, una volta ci ho provato anche ioed e'stato deleterio......avevo provato con la porporina e semisfere in plexiglass......acqua e porporina in ogni dove....oggi figlie a casa per influenze variee...gioco piu'riuscito???costruito un trenocon le mollette...
    ANNITA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annita, quanto ti capisco!! Quel fetente di vasetto mi ha tradito! Però la preparazione ha divertito il nano, quindi ok! Premio nobel alla resistenza per madre con figlie a casa che riesce anche a inventarsi il treno con le mollette!!!

      Elimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...