lunedì 21 ottobre 2013

giochi da fare in casa: quando il mare è una tavola!

Non è iniziata nel migliore dei modi: Puki mi ha chiamato nel cuore della notte solo per dirmi, sorridendo, che stava facendo bei sogni, ma per fortuna questo incredibile buonumore è proseguito al risveglio, trasformando quella che potenzialmente poteva essere una domenica di pioggia e sclero famigliare in una mattinata talmente perfetta da risultare inverosimile perfino al Mulino Bianco! 

Sono stata svegliata con coccole e risatine e, pur di mantenere quella atmosfera da fiaba, ho messo in campo l'artiglieria pesante e sparato in rapida sequenza una colazione cioccolatosa davanti ai Muppet, seguita da libri preferiti, macchinine a oltranza e un gioco inventato lì per lì per dimenticare di essere chiusi in casa, per sognare di essere ancora in vacanza.

Cosa in fin dei conti facile quei giorni in cui il mare...


Nascondersi sotto al tavolo è uno dei passatempi preferiti di mio figlio: ci si rintana per inseguire il gatto, spaventare le amichette ospiti per cena, svolgere attività proibite dalla legge di famiglia. 
Spesso ho pensato che per lui le gambe del tavolo racchiudessero un vero mondo parallelo, ebbene tanto vale sfruttarlo per giocare!

Trasformare il tavolo in fondo dell'oceano non è cosa da cinque minuti, ma tanto meglio visto che la preparazione è già parte integrante del gioco e che, soprattutto, tocca quasi interamente al piccolo!



A voi ritagliare le forme di cartone e plastica e a lui colorarle e poi attaccarle sotto al tavolo in modo da creare un percorso a ostacoli di alghe e coralli sul pavimento, mentre una tremolante medusa che penzola minacciosa e fili di lana tesi a imitare le onde infide, rendono difficile afferrare i pesciolini appesi qua e là, ovvero eseguire il vero scopo del gioco.

Pronti? Via!




Tutto qui, ma ripetuto una decina di volte e per ognuna si è divertito da morire!



Di sicuro ci ripresenteremo all'ingresso di questo mondo camuffato da tavolaccio di taverna, anche perché, una volta terminata l'avventura, basta gettare tutti gli incredibili ritrovamenti nel bidone della differenziata, tirare un po' su negli angoli la tovaglia e convincere l'eroe del giorno ad apparecchiare per il pranzo!

La prossima volta il passaggio sotto al tavolo ci farà attraversare le galassie per raccogliere stelle, o magari esplorare la giungla in cui si nascondono fiori velenosi e farfalle assassine, oppure... Avete altre idee?

E voi come avete passato la domenica?

8 commenti:

  1. Complimenti, davvero un gioco a portata di tavolo! Penso proprio che anche da noi presto si partirà per...la tavola del salotto!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, da noi diventerà un classico! Il tavolo c'è, la preparazione è già un gioco e ha riso come un matto! Anche se siamo stati benedetti da una domenica di buon umore non è un risultato tanto scontato!!! Fammi poi sapere!

      Elimina
  2. bellissimo!!!!
    il mio suggerimento è in chiave autunnale...tante foglie che penzolano giù dal tavolo, e nuvolette da cui piove una pioggia di pop-corn...da raccogliere e mangiare, così ti sei risolta anche la merenda!

    RispondiElimina
  3. stai diventando bravissima ad anticipare idee e desideri del piccolo

    RispondiElimina
  4. ma quanto siete brave e divertenti voialtre mamme dalle 1000eunaidea?!?
    io prendo appunti...
    unabbraccio,
    mirò

    RispondiElimina
  5. Ciao, ho scoperto per caso il tuo blog, è semplicemente fantastico! Io ho un blog sulle aree gioco di Firenze (http://dondo-land.blogspot.it/) ma con la fine dell'estate, la pioggia, le giornate corte è difficile andare a giocare fuori e quindi sono alla ricerca di idee per giocare in casa con la 2enne... e devo dire che il tuo blog è la risposta alle mie domande! Complimenti!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...