venerdì 27 settembre 2013

Idee per giocare con le foglie: la land art di Richard Shilling

Me lo immagino silenzioso, un po' solitario, con lo sguardo limpido di chi è abituato a osservare ampi spazi aperti, invece dello schermo del computer.

Lo vedo camminare con passi lenti su un sentiero che attraversa il bosco, con lo sguardo attento di chi cerca qualcosa e sulle labbra il vago sorriso di chi vive esattamente nel modo in cui vuole.

Ma forse no, forse Richard Shilling è un uomo completamente diverso da quello che le sue creazioni mi lasciano immaginare, ma di una cosa sono certa: è un artista e mi ha mostrato delle idee geniali per giocare con le foglie autunnali e per avvicinare i bimbi alla cosiddetta...



Che cos'è la Land Art?


Una corrente artistica nata negli anni '60 con l'intento di trasportare l'arte fuori dagli atelier e dalle città, per portarla a diretto contatto con il paesaggio.

Gli esponenti della Land Art, come Richard Shilling, realizzano sculture con materiali naturali raccolti nelle vicinanze del luogo su cui sorgerà l'opera.


Tutte le immagini del post sono di Richard Shilling

Ogni scultura appartiene al luogo in cui viene creata e qui è lasciata, esposta alle intemperie e agli elementi che presto la richiameranno a far parte della natura. Ditemi se questa non è poesia.

E ora vediamo come possiamo giocare!




Con foglie e corteccia di betulla!




e farne ghirlande colorate!












Sul blog di Richard e sul suo Flickr, trovate decine di altre opere realizzate con rami, fango e sassi, e fotografate anche mentre la natura lentamente se ne rimpossessa, mentre le idee più buffe dedicate ai bimbi si trovano qui.

Personalmente non vedo l'ora di fare una gita nel bosco per raccogliere insieme al piccoletto foglie, cortecce e pigne con cui giocare (e castagne da abbrustolire).
Ve l'avevo detto che ora sono pronta per l'autunno no?
E voi?

Cosa pensate della Land Art?




14 commenti:

  1. splendido non lo conoscevo!
    grazie della magia autunnale regalata
    e dello stimolo all'esplorazione
    cara Giada
    sei sempre un cappello a cilindro pieno di sorprese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, sono qui che ridacchio di autocompiacimento per questo complimento FIGHISSIMO!! Grazie!

      Elimina
  2. MERAVIGLIOSO.
    Ad arte sella ci sei mai stata? ti piacerebbe tantissimo, il principio è lo stesso, solo che esteso a rami, tronchi, pietre...
    noi ci siamo stati per l'ennesima volta quest'estate, per la prima volta con i bimbi.
    te lo consiglio!
    se vuoi fartene un'idea ne ho parlato qui:
    http://shaulalala.blogspot.it/2013/09/valsugana-arte-sella.html.

    Grazie per l'ennesima ottima segnalazione!

    E sempre in tema di foglie, guarda qua:
    http://www.youtube.com/watch?v=-r1lOsgQBgw
    credo ti piacerà, io lo adoro, ma sono miei amici, quindi potrei essere "un po' di parte"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shuala, sei la seconda persona che mi suggerisce quel parco oggi: non lo conoscevo davvero! Adesso vado a vedere la tua recensione, e anche il video, e chissene se sei di parte!! ;D

      Elimina
  3. WOW! Fantastico!! :-D Abbiamo raccolto un bel po' di materiale nella nostra ultima gita per vigne e bosco... ora sappiamo come usarlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se viene fuori che mi improvvisi un tessutino di foglie mi arrabbio davvero però! Con la mia manualità il massimo cui posso ambire è di usarne una particolarmente grande come tovagliolo...

      Elimina
  4. Meravigliosa! Approfondirò di sicuro l'argomento, grazie!

    RispondiElimina
  5. SPETTACOLARE!!!! Quest'estate abbiamo visitato Artesella, in Trentino, e siamo rimasti colpiti da cosa si riesca a fare con sassi e rami, Questo approccio delle immagini che hai postato pero' e' ancora piu' interessante perche' gli spunti sono "alla portata di nanetto"!! Prossimo weekend tutti a raccoglier foglie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È deviazione mia cercare di mettere molto, se non tutto, alla portata di nanetto però in questo caso ci sta! Tutti a raccogliere foglie allora e grazie della dritta su artesella, vado a informarmi subito!

      Elimina
  6. Meraviglioso! L'anno,scorso il mio piccolo alla scuola dell'infanzia ha imparato a utilizzare elementi naturali per comporre figure, rappresentare e costruire oggetti...è stato fantastico portare a scuola rami, foglie, sassi, muschio, erba, ghiande...e tutto è stato utilizzato per lavoretti splendidi! Solo elementi naturali.

    RispondiElimina
  7. è una delle correnti artistiche di quegli anni che più amo, bellissimo il tuo post

    RispondiElimina
  8. Ciao! Ma che scoperta meravigliosa mi hai fatto fare!!! Proverò a far fare qualcosa di simile ai miei lupetti!!!
    Grazie!!!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...