martedì 17 aprile 2012

La tavoletta multi-attività di Puki


Era una promessa (anche se suonava forse più come una minaccia...) l'Homo Bricologicus e la sua rubrica sarebbero ritornati su questo blog. Ebbene il giorno è giunto! 
Per chi avesse perso la prima puntata dell'ottima rubrica da padre a padre "A comprarlo costava meno", vi consiglio di mettervi al passo, perchè sta per iniziare un nuovo momento tutto al maschile. 
L'Homo Bricologicus è quello strano ibrido di tecnologia e fai-da-te che divide con me e con il Piccolo Notaio la sua duplice esistenza. Dopo aver dimostrato le sue capacità, e il suo animo sensibile e freak, nella realizzazione di una culla sospesa per il cucciolo in arrivo, si trova a dover affrontare, un anno dopo, i primi attacchi del nano all'adorato apparato tecnologico. 
La soluzione non è accendere la tv, ed è anche per questo che l'ho sposato, ma impugnare il trapano, e creare per il Piccolo esploratore un gioco unico.

Ecco quindi a voi l'homo bricologicus e la sua...
A lui la tastiera... 
"Mentre si avvicinava il primo compleanno del nano, la mia giornata tipo da padre si bilanciava tra le varie sfumature della parola NO!
-Non lanciarlo!
-Non toccarlo!
-Dove lo metti quello?? Non liiiì...
(ululato correndo al rallentatore come nei cartoni, mentre pericolosi liquidi si avvicinano a cosucce decorate con una mela e piene di circuiti stampati, di chip, di hard-disk).
Serviva una soluzione per intrattenere il cucciolo e la mia pensata è stata: ti appiccico un sacco di cose su una tavola di legno con la speranza che ti tengano buono il tempo necessario per nascondere alcuni oggetti a cui sono effettivamente troppo legato per accettare l’idea di una loro dipartita.
La signora Quandofuoripiove dice che sia una cosa molto montessoriana (che per me è solo quella che ha cacciato Marco Polo dalle mille lire... beata ignoranza!). Io dico che è  invece, semplicemente, la scusa per giocare con tutti quegli oggetti che un vero uomo non può non avere (levigatrice, trapano, seghetto alternativo, cacciavite con 700 accessori tutti che si perdono in pochi minuti).
E allora VIA si corre al faidate per la spesa.
Il necessaire?


*Una tavola di abete da 20 mm 

(vorrai mica risparmiare su una cosa per il Nano??) = 7 euro
*Kit di punte da legno per il trapano 
(sarà il terzo che compro... ma dove vanno?) = 8 euro
*Ruotine di varie dimensioni. 
Solo in cassa scopro che la più grande costa circa un euro per ogni cm di diametro... ladri...= dico una ventina d’euro perchè non ho mai voluto confessare neanche a me stesso il reale importo
*due manigline di legno = 4 euro
*un metro di catena =1 euro
*un anellone d’acciaio = 1 euro
* una lastra di ferro = 0,5 euro
*due cerniere = 3 euro
*una serratura = 3 euro
*una scatola zeppa di viti autofilettanti = 2 euro
*letterina F di legno =1,5 euro


La progettazione? 
Il committente ed io abbiamo valutato diverse interessanti soluzioni...



Ogni fase dell'assemblaggio è stata seguita con cura e attenzione...


Il risultato finale? Sorprendente!


A parte alcuni difetti trascurabili, (è discutibile per esempio il valore della tavoletta come oggetto d’arredo, ma la scusa del “l’ho fatto io” tende a zittire anche i più malvagi interior designer), la tavoletta si è rivelata un gioco davvero rapido da costruire e molto gradito dal nano.
Purtroppo la mia pessima tendenza all'improvvisazione ha creato qualche drammatico errore: per esempio sarebbe stato più sensato avvitare le rotelle nel centro della tavoletta, non su un lato per poterle girare con entrambe le mani e non solo con dei portentosi ganci sinistri...
Sia le ruote, comunque, sia la misteriosa porticina, hanno riscosso incredibile successo! 



Cosa si nasconde dietro alla porticina misteriosa??
Un tesoro di inestimabile valore! Un pezzo dello schiacciapatate!!
 Certo, alla fine quando si tira fuori lo scontrino del Self, si guarda l’orologio e si scopre che volendo vendere la meravigliosa creazione, manodopera esclusa, bisognerebbe chiedere almeno una banconota arancione e un po’ di monetine, per poi scoprire per giunta qualcosa di simile su quel maledetto Etsy alla metà del costo e senza dover perdere altre 6 punte da legno... bè in quei momenti viene da pensare.. "A comprarlo costava meno!!!", ma sostituire un rumoroso gioco di plastica con batterie con una tavola di legno costruita in casa vale quella cifra... almeno per me!"



Il tema del mese di GenitoriCrescono riguarda i padri di oggi, ne esamina il cambiamento e propone fondamentali riflessioni sul loro ruolo all'interno della famiglia, affermando che "Gli uomini vogliono far finalmente pace con la paternità ed accoglierla a braccia aperte e piene. Come le donne, gli uomini sentono il desiderio di compiere vere scelte, non condizionate da convenzioni sociali che ormai vanno strette a tutti."
Questo post parla dei padri a modo nostro, prendendosi in giro e con un po' di ironia. Certo, non contiene all'apparenza nessuna interessante riflessione sulla figura del padre contemporaneo, ma contiene un padre contemporaneo: un uomo capace di cambiare pannolini e rassettare la cucina, tollerare le mie follie e nutrire quelle del nostro bimbo. Un uomo che ha saputo ridefinire le proprie priorità e i propri spazi per trasformarsi in un perfetto compagno di vita e in un consapevole, maturo ed entusiasta apprendista padre.
Per cui forse indegnamente ma, seppur senza alcuna ragione, orgogliosamente questo blog partecipa al Blogstorming.

49 commenti:

  1. Complimenti! Idea eccezionale! Questa rubrica, lasciatelo dire, ha un nome davvero stupendo!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen! Il nome è farina del sacco del marito, conosciuto anche come "il Battista" per la sua capacità di battezzare cose e persone in modo fulminante!

      Elimina
  2. uaaaa! Ma è fantastico!!! complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;D complimenti che fanno tanto tanto piacere!

      Elimina
  3. meravigliosa....in un asilo nido sarebbe fantastica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo anch'io, anche se al nido di Puki c'è uno splendido cubo montessoriano pieno di attività molto più studiate... ma questa tavolettina qui si può modificare per seguire gli interessi dei bimbi che crescono... l'homo bricologicus sta valutando un aggiornamento di stato in effetti...

      Elimina
  4. è un'idea davvero bella e interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! e tiene davvero impegnati i piccolissimi, addirittura per minuti interi!!;)

      Elimina
  5. ho dedicato l'ultima parte del post a mio marito.... che gran bella scoperta che sei!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, grazie! Questi padri contemporanei... ogni tanto bisogna pure riconoscerne i meriti... ogni taaaanto! ;)

      Elimina
  6. Ciao vi ho scoperto grazie al blog roll di Il mondo di Cì. Questa tavoletta è super, anche se un po' costosetta volete mettere la soddisfazione totale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e benvenuta!!! In effetti il titolo della rubrica calza a pennello in questo caso... ma la soddisfazione è stata parecchia: se Puki non l'avesse degnata di uno sguardo forse sarebbe rimasto impresso solo lo scontrino, ma visto l'entusiasmo ho un soddisfatissimo homo bricologicus!

      Elimina
  7. Evviva, ho finalmente scoperto la specie a cui appartiene mio marito: homo bricologicus!!!!! Al momento dopo aver costruito con il legno una libreria per il piu grandicelli di due anni, sta realizzando una giosyrina da culla sempr in legno per il piu' piccolo di due mesi... Bella specie l'homo bricologicus... Peccato siano quasi in estinzione! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La giostrina!!! Foto-foto-foto!!!! Sono in via di estinzione in effetti, ma i pochi in attività combinano più guai in un fai da te che Carrie Bradshaw da Manolo Blanhik!

      Elimina
  8. Risposte
    1. ;-D si sente che sto sorridendo e arrossendo?? Grazie!

      Elimina
  9. Bravi!!! Peccato le lo Gnomo abbia già superato questa fase, altrimenti avremo dato fondo alle riserve del nonno (che di solito compra in gran quantità, inscatola quello che avanza e poi, al lavoro successivo, si scorda e ricompra tutto!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Superato da quanto? perchè se ha 15 anni probabilmente mi manderebbe a stendere solo per il suggerimento, ma se gli anni sono tre o quattro si può modificare mantenendo l'idea di base e attualizzare... ci stiamo lavorando!

      Elimina
  10. Evviva anch'io ho scoperto una nuova specie: io sono una "donna bricologicus". Ho fatto (leggi obbligato) mio marito a fare infiniti lavori "manuali" a casa. E quando inizio un discorso con "ma si potrebbe fare..." lui scappa!!:)))
    Bellissima la tavoletta
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHA, ti capisco! Purtroppo la caratteristica dell'homo bricologicus è la tendenza a sparire per i lavori pratici e urgenti, forse questa qualità ne permette la sopravvivenza... ;D

      Elimina
  11. wow ma questa tavoletta attività è stupenda!

    bello il tuo blog, tornerò a trovarti!

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sarai assolutamente la benvenuta!!!Grazie!;D

      Elimina
  12. Veramente geniale! Che bello vedere un papà al lavoro per costruire un gioco fai da te per il suo bambino!
    Condividiamo su facebook!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi, grazie!devo ancora capire chi dei due si è divertito di più, ma la coppia in azione non era niente male!

      Elimina
  13. Ma dai!! E' bellissima! Bella perché l'ha fatta papà, perché l'ha fatta con il bambino... Bella. Bravi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gemma! La fase della ideazione è stata davvero buffa, ho iniziato a fotografarli perchè erano così impegnati e buffi che non ho resistito!!!

      Elimina
  14. che vi devo dire? geniali
    io che sto qui a pensare e realizzare ogni giorno giochi fai da te per i miei twins mi inchino di fronte a tanta operosità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, wow! Grazie! Io mi inchino di fronte ai genitori dei twins!!;)

      Elimina
  15. Mi piace moltissimo questo pannello! Al nido che ha frequentato Topastro ce n'era uno ma molto più semplice. Qualche interruttore, qualche campanello... Però sono cose che ai bimbi piacciono davvero tanto! Io ne ho fatto uno semplicissimo, con spinotti per il pc, cavetti... super super semplice e con le cose che avevo in casa. Il vostro è un capolavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia, grazie mille!!!!Riferisco all'artefice e al committente! Per i bimbi dell'età del Puki i giochi più semplici ai nostri occhi sono le vere scoperte! Ma forse vale per i bimbi di tutte le età!

      Elimina
    2. Si si: vale per tutte le età. Topastro tra un mese compie 5 anni ma ogni tanto gioca ancora con il suo pannello!

      Elimina
  16. BELLISSIMAAAAAAAAAAAAA!!! Mando subito il link a mio papà: ora che è in pensione non può tirarsi indietro! l'unica differenza che sicuramente ci sarà è che non dovremo comprare niente: qui non si butta mai e si ricicla tutto!!!
    un grazie di cuore all'homo bricologicus!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAHA; mi fa molto ridere il nonno ai lavori forzati!! Se non si butta via nulla la vostra sarà low cost!;D Ringrazio l'homo, che è già tutto gasato e aspetto di sapere com'è venuta la vostra!

      Elimina
  17. fantastico....sono in attesa del quarto "nano", mancano ancora 6 mesi, forse ce la faccio:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In attesa del quarto già solo il fatto che tu abbia modo di fare un salto a trovarmi mi riempie di meraviglia e una sana dose di invidia, visto che io sono sempre in crisi organizzativa con uno solo!!! Torna da me quando vuoi, Wonderwoman, sei un inno al motto "si può fare!!!" ;)

      Elimina
  18. geniale!!! mio figlio ha ormai 3 anni ma sarebbe stato perfetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Guarda, Puki ci gioca ancora, e stiamo quindi pensando a una versione 2.0 che preveda qualche novità adatta alla curiosità di un nanetto cresciuto.. vedremo come verrà!

      Elimina
  19. bellissima!!! la porticina poi è proprio una meraviglia! :-) anche noi siamo per i giocattoli fai da te... vuoi mettere la soddisfazione di qualcosa costruito da te rispetto a qualcosa di plastica, fluorescente, inquinante e standardizzato?!?
    mi piace molto il tuo blog... ti seguo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, ebbene sì, la porticina è innegabilmente affascinante, con il suo tesoro nascosto...iN effetti qui la pensiamo allo stesso modo, ogni tanto arrivano giocattoli un po' più plasticosi, ma con orgoglio devo ammettere che Puki ci gioca poco, anche perché non gli offrono un granché da fare e modi per interagire, ci toccherà continuare a farli giocare con pentole, legno e bidet!!

      Elimina
  20. fantastica idea e che bel modo di raccontarla! un bellissimo modo di raccontare i padri e di far felici i figli. E le tante persone che ti seguono a cui hai dato un'idea strepitosa. Sintetizzo: complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sintetizzare! Continua come hai iniziato, è un commento fantastico, grazie!!!!

      Elimina
  21. ma che cosa incredibile!! lo voglio anch'io per il mio piccolo! (che mi sa assomiglia molto al tuo... quelle scene come hai descritto sono si vedono molto spesso da noi) solo che sono un po' imbranata con queste cose. buuu!! ;) lisa

    RispondiElimina
  22. è meraviglioso! Magari a comprarlo costava pure meno, ma mai l'avresti trovato così completo e accurato! bella l'interpretazione che hai dato al tema del mese del Blogstorming. Esprimi perfettamente e in maniera personalissima il tuo modo di essere padre.

    RispondiElimina
  23. mi sto chiedendo da circa 20 minuti: "ma perchè non ho scoperto prima questo posto? perchè???"
    credo che qualcosa del genere piena particolarmente di interruttori avrebbe salvato molti elettrodomestici di casa durante la mia prima (e anche seconda) infanzia! Ti ho scoperto cercando la pittura lavagna..non passerà troppo tempo che sarà straprovata, e direttamente con lo stucco (a quanto leggevo tra i commenti pare abbia funzionato bene)!
    grandissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia, grazie! Detto da una bismamma vale pure di più! Quanti anni hano adesso i tuoi bambini? Forse potresti farne una versione per grandi... ah già, si chiama Iphone!;D

      Elimina
  24. Mi ero persa questa tua idea geniale. Sei troppo forte ;-)

    RispondiElimina
  25. Lo sto facendo anche io, forse riesco a mettere in salvo gli oggetti in casa e le dita del nano lontano dalle prese della corrente.
    Grazie mille!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Davide! Ho un marito soddisfatto al mio fianco, tutto gallo per aver attirato il commento di un altro papà!
      Fai sapere a entrambi come viene e soprattutto se il nano apprezza! Mi raccomando, l'ego del marito è curioso come una bertuccia!

      Elimina
  26. Bellissimo post!è bello vedere un papà attivo!!poi lo mostro pure a Mr. M che questo sera andiamo per il weekend dai nonni: chissà che non riesca a recuperare un bel po' di materiale e farne una anche a marco??
    con tanti tantissimi interruttori...
    un abbraccio

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...