domenica 15 aprile 2012

Le idee per le mamme di Dash

Ho pensato di dedicare un piccolo spazio come questo (non sponsorizzato) a una iniziativa promossa da Dash che reputo una occasione interessante. Sono certa che chi bazzica il mondo dei mummy blog abbia già avuto modo di scoprire questa campagna, ma l'intento è comunque quello di aumentarne la visibilità prima dello scadere dei termini, cioè prima del 30 aprile. 

Di che si tratta: attraverso il progetto IDEE PER LE MAMME. PER UN PAESE A MISURA DI FAMIGLIA Dash invita le associazioni non lucrative che posseggono i requisiti indicati nel Regolamento disponibile qui e che  promuovono iniziative di sostegno alla maternità e alla genitorialità a inviare un loro progetto  che verrà valutato e potrà ricevere un contributo finanziario. 
Mi sembra che valga la pena, viste le difficoltà insormontabili che le associazioni devono affrontare per poter sognare di ricevere contributi statali, di valutare con attenzione il regolamento e le condizioni dell'iniziativa!


In un Paese delle Meraviglie, secondo me, le neo-mamme avrebbero a disposizione una figura che le segua per le prime settimane dopo il ritorno a casa, qualcuno a cui rivolgersi sia per dubbi medici, che pratici. Qualcuno che non può essere sempre la madre (anzi, talvolta scattano meccanismi tali in noi donne per cui deve essere chiunque ma non la madre), che non può essere il marito, spesso travolto anche lui dalla novità e dal sonno, che non può essere l'amica a cui abbiamo già telefonato tre volte questa settimana... Qualcuno, chiamatela ostetrica, doula o psicologa, che abbia l'esperienza per ascoltare quelle piccole grandi crisi di stanchezza che talvolta si trasformano in crisi di pianto... e cogliere la differenza all'apparenza sottile tra lo sfogo e i primi segni del Baby Blues.

Nel mio Paese delle Meraviglie per neo-mamme la lista dei regali non comprenderebbe il body taglia 0, perché tanto lo usi si e no per una settimana, né il cesto per il bagnetto, perché poi finisce che vuoi scegliere da sola che prodotti usare, ma quello che io chiamo

 "Il kit doccia, ramazza e lasagne" 
e che comprende...

- Tempo. Regalami un'ora, non per andare dall'estetista, tanto allatto e tra andare, aspettare e tornare mi viene l'ansia di metterci più di tre ore e di affamare mio figlio e mi gioco i vantaggi del massaggio col cioccolato. Voglio tempo per fare una doccia, ricordare alle mie gambe che esiste il rasoio e ai miei capelli che sì, vendono ancora lo shampoo.
- Una ragazza delle pulizie. La tua, quella di tua cugina, dell'amica della nonna. Se già non ci ho pensato da sola trovamene una, o al limite porta pazienza, indossa la cuffia e invece di portare il cucciolo a spasso in centro lasciami stare a letto a sonnecchiare con mio figlio e fai alla mia casa una magia da Mary Poppins, please...
- Cibo, meglio se pronto. Portami una lasagna, una parmigiana di melanzane, un sacchetto della spesa che contenga cose utili per improvvisare un'insalata, il numero della tua pizzeria d'asporto preferita, perché qui, nelle primissime settimane, sennò si vive d'aria...

Credo poi che nel mio Paese delle Meraviglie per neo-mamme il cappellaio matto Johnny Depp si proporrebbe come baby-sitter... ma queste sono fantasie personali....




18 commenti:

  1. Stupendo!!!!! Direi che hai proprio colto nel segno! Mamma di un cucciolo di due anni e mezzo e di un altro di due mesi :-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutta la mia stima!;D già faccio una lotta quotidiana per il diritto all'igiene personale con uno di 20 mesi, credo che con due sia una guerra!!

      Elimina
  2. oh yeah! Come neobismamma con marito da week end e malattie vaganti dal giorno della nascita del secondogenito non posso che appoggiare!! In realtà col secondo mi son fatta un po' meno problemi a chiedere cibo e alle amiche una mano, almeno di venirmi a trovar la sera in modo che io potessi lavarmi i denti e infilarmi il pigiama!! Aggiungerei al pacchetto la sopraddetta ostetrica che aiuti in caso di difficoltà varie, a me son sempre state molto utili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo anch'io che con il secondo ci si faccia meno difficoltà a suggerire la lista della spesa, almeno adesso anch'io non avrei problemi a lasciare la borsa delle cose da stirare a chiunque mi dica "che carino questo bimbo!"

      Elimina
  3. Parole santeeee!!!
    Brava!!!
    Se mai ritroverò il coraggio di infilarmi, per la seconda volta, nel "tunnel della mammità", scolpirò le tue parole sul muro del salotto così nessuno potrà "far finta di non vedere o non sapere"!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grassie! Mi sembra un'ottima soluzione, vediamo poi chi ha il coraggio di tenerti a chiacchierare sul divano invece di mettersi ai fornelli e spedirti in bagno...

      Elimina
  4. "Kit doccia, ramazza e lasagne" da consegnare insieme al test positivo...
    Quanto mi sarebbe servito! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è andata di lusso: ragazza delle pulizie santa subito, bimbo nato a luglio e quindi festival della caprese per giorni... sul tempo da dedicare alla doccia devo fare outing, è stata una tragedia... ;D

      Elimina
  5. eheh bravissima..certo se poi venisse Il cappellaio matto Johnny a fare tutto ciò ancora meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeehhhh, che vabbè il marasma dei primi giorni, ma un'occhiatina alla babysitter potrebbe tirare su...

      Elimina
  6. concordo concordo concordo!!!!
    il kit dovrebbe durare fino all'adolescenza dei propri figli, perchè sono passati sette anni dal lieto evento e mi ritrovo ancora di notte e nei momenti più impensabili a cercare di fare una ceretta fai da te, lavarmi i capelli e tutto il resto!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...