lunedì 10 marzo 2014

Le bamboline emotive per giocare con le emozioni

Fermarsi ad osservare il susseguirsi delle emozioni sul volto di un bimbo di tre anni è una attività incantevole quanto estenuante! 
Puki si arrabbia, poi si intristisce ma presto un pensiero buffo trasforma le lacrime in una risata, e tutto in cinque minuti. 
È un processo in continuo divenire che affascina moltissimo il piccoletto, e lo impegna in continui tentativi di definire quanto prova. 
Un giorno capirà che lo sforzo è inutile: le emozioni non si possono classificare, sono sempre in movimento, si incontrano, si inseguono e si mescolano, così un sorriso può essere venato di malinconia e una lacrima può scendere per troppa felicità. 
Ma è un po' presto per la filosofia e per ora si trattano le emozioni in modo scientifico e si gioca a individuarle, capirne cause e conseguenze, anche grazie a un piccolo gioco di cartone riciclato:




L'idea delle bamboline emotive arriva da qui, ma data la ormai perenne scarsità di tempo ho pensato di semplificarla, riducendo la preparazione a uno, due… tre piccoli passaggi:





Per preparare le bamboline un foglio e un rotolo di carta igienica è tutto ciò che occorre: per prima cosa si prende quest'ultimo e si ritaglia un foro da un lato della parte superiore.




Si piega il foglio in modo che entri nel rotolo e se ne fissano le estremità  con un paio di pezzetti di nastro adesivo, perché non si apra. 
Poi lo si infila nel cartone.




In corrispondenza dell'apertura si disegna un faccino arrabbiato, poi si gira un pochino il foglio e appena lo spazio sarà tornato bianco si disegna quello felice, poi quello triste, e così via fino a quando ci sarà spazio sul foglio, che può anche essere cambiato con uno nuovo per esplorare tutte le possibilità del volubile cuore umano!

Era l'ultimo passaggio: le bamboline sono finite. Da qui in poi ci si può sbizzarrire nella loro decorazione, trasformarli in mostri, astronauti, fate o impiegati, ma soprattutto giocare: è sufficiente ruotare il foglio per cambiare le reazioni delle bamboline. 


Ed è sufficiente un bimbo di tre anni per creare storie assurde e meravigliose sulle ragioni che le spingono a litigare, piangere, fare la pace, abbracciarsi, litigare di nuovo! :-)

P.S.
Se anche la vostra famiglia si trova spesso nel bel mezzo di montagne russe emotive ci sono due giochini da stampare che secondo me non potete perdere: il volto di MrPrintables e il puzzle a due pezzi di Zlesa, e un libro meraviglioso con il quale noi abbiamo svoltato: Che rabbia!


P.P.S
Buona settimana!

32 commenti:

  1. Risposte
    1. Beatrice, spero sia apprezzata! Puki ci ha giocato una mezz'ora così come le avevo pensate io, poi le ha trasformate in pompieri e draghi, ma le storie assurde che si è inventato per spiegare lacrime e sorrisi valevano di sicuro la pena! Fammi sapere!

      Elimina
  2. Bella idea! Interessante per questo nostro periodo particolarmente inteno! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Messi bene anche voi con i cambi di umore? Qui si raggiungono notevoli vette quando si aggiungono fame o stanchezza: in quel caso l'umore cambia alla velocità della luce!

      Elimina
  3. uhhh queste servono a me, le montagne russe emotive con al garnde cinquenne sono all'ordine del giorno.
    vado a vedere i link che ai postato.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erica, azz…. minimo minimo allora ancora un paio d'anni di montagne russe, eh?
      Ok, mi attrezzo!

      Elimina
  4. strepitose ed utilissime per l'educazione emotiva che urge anche qui ;-)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi dicono l'adolescenza! Fammi sapere!

      Elimina
  5. Fantastiche
    Adoro questo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo blog adora te!:) :) :) :)
      Grazie!

      Elimina
  6. bellissima idea, proprio ieri contando i rotoli di carta igienica vuoti che avevo (da quando ti conosco li conservo sempre!!ahahaha) stavo pensando cosa farci...fantastici anche i link l(a traduzione di google translate di quello in ceco sono esilaranti)..buon inizio settimana anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muahahahahaha!!!!!
      mi spiace di essere causa del tuo riciclo compulsivo! :)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Archivialo sotto alla voce: tentativo per non strozzare il treenne numero 43bis! :)

      Elimina
  8. conoscevo le bamboline che dici tu e in effetti erano un po' artificiose, col fatto di ruotare la parte esterna. ruotare l'interno è più facile.
    il puzzle di zlesa da noi è stato altamente snobbato (forse perché era davvero troppo piccolo quando gliel'ho proposto) mentre il faccione di mr printable mi piace assai... però forse per un bambino che sta iniziando a esplorare le emozioni è meglio averne una gamma più limitata, del genere che entra in un rotolo insomma!!! :-D
    spero di riuscire a farle anche io presto, le bamboline... ma... domanda: come si fa la faccia del bambino geloso?!? :-O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul faccione di mrprintable sono d'accordo, alcune distinzioni sono ancora troppo sottili, anche se devo ammettere che a me non sarebbero mai venute in mente (tipo l'imbarazzato: è geniale, io non avrei mai saputo come renderlo!
      Per il bimbo geloso si prende un ritratto di puoi e si incolla sul rotolo…
      Vale anche per il bimbo super appiccico, che poi è una variante che rientra anche nella gelosia, vedi che le emozioni si incrociano? :) Bacione!

      Elimina
  9. bella idea le farò insieme ai miei figli!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero piacciano! Fammi poi sapere comìè andata, qui sono diventati anche supereroi arrabbiati e pompieri piangenti...

      Elimina
  10. Bellissime Giada.
    Mi piace tanto l'idea... mmmmh penso che le reinterpreterò in versione fumetto per un laboratorio sul Belgio che devo fare... :-)
    Grazie, favolosa come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. orpola! Fumetto? Dai, vai a lavorare che sono curiosissima!
      :)

      Elimina
  11. Ma questa è una super genialata!

    RispondiElimina
  12. Grazie per tutti questi spunti, carissima Giada!
    Alla materna proprio ora il piccoletto sta lavorando sulle emozioni ("ma sai che le emozioni sono dappertutto? nella faccia, nelle mani, nelle gambe.. mica solo nella testa!"... fantastico!).
    Farò un bel giro a curiosare tra i link che proponi! ^_^

    RispondiElimina
  13. Ciao, ti ho già detto in un precedente commento quanto considero il tuo blog interessante! Questa attività è davvero bella, la proporrò sicuramente alla mia piccola! Ti ho inserito nella mia top of the post di questa settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!!!! Corro a vedere! ;)

      Elimina
  14. The selection of the 2015 annual uggs outlet retirement livable countries, South American countries Air Jordan 11 Gamma Blue of Ecuador composite score 92.7 Christian Louboutin Bois Dore points once again Christian Louboutin Daffodile become the most livable countries in North America retirees. Among them, Ecuador christian louboutin remise 50% on climate and housing indicators get out, get a ugg pas cher score discount nike jordans of 96 special benefits in the elderly."International cheap nike jordan shoes Living" magazine, said the discount christian louboutin low cost of living is Bags Louis Vuitton one of the biggest advantages of Ecuador. There, "to see a ugg soldes doctor only wholesale jordan shoes needs about $ 10, the lowest for a Discount Louis Vuitton meal in a ugg australia restaurant uggs on sale as long as 250 Cheap Louis Vuitton Handbags dollars; including rent included, an American couple in the cost of living here is just $ 1,400 a month."In addition, older people in all Cheap LV Handbags aspects of life can enjoy special benefits, but also Ecuador cheap christian louboutin praiseworthy. For example, over 65 years old to purchase from Ecuador christian louboutin shoes flights can enjoy discounts, watch Discount LV Handbags movies or cheap jordans participate in sports activities to ugg boots enjoy half-price concessions in the christian louboutin country.In the low ugg cost of living, while Ecuador there are many world-renowned natural and cultural attractions, as settlers provide the perfect entertainment choice.

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...