domenica 12 gennaio 2014

Matti per i colori!

Qualche giorno fa affermavo con ottimismo di essere ritornata, di aver ritrovato la positività, l'energia e l'allegria per affrontare il cambiamento con il sorriso!
Emh...
Gli angoli della bocca sono rigorosamente girati in sù, ma più per una paresi che per profonda serenità! Mi rifiuto di abbassarli più che altro per testardaggine: sarò leggera, sarò felice, sarò allegra, sarò positiva… ma porca zozza che faticaccia sto rientro!

Puki ha imparato che le vacanze, come tutte le cose belle della vita, hanno una fine: ben più arduo pare sia farglielo accettare.
Lo capisco, ho 33 anni di esperienza più di lui e gestisco altrettanto male la cosa, ma la sua esigenza spasmodica di coccole e attenzione per il ritorno all'asilo e la lontananza del Vet mi sta un tantino provando.

Tutto questa lunga premessa per dire che, nel raccontarvi il gioco con cui abbiamo passato la domenica pomeriggio, invoco la temporanea infermità mentale!
Forse la maggior parte di voi la riterrà una ignobile pirlata, ma io devo raccontarvela, perché abbiamo riso fino alle lacrime e perché Puki ed io siamo esattamente ciò che vi mostrerò, nonché innegabilmente, disperatamente e appassionatamente...


Ora, se anche voi avete un bimbo che diventa scemo per tempere e pennelli, provate questa cosa, perché non potete perdervi l'occasione di godervi quella risata folle di pura gioia! 
E poi la preparazione è di una banalità disarmante...

Servono solo tempere e il foglio o il cartone più grande che riuscite a trovare, da attaccare con il nastro di carta sul pavimento. 

E poi? Poi si guarda!






E quando sazio di risate e colori, zozzo fin dentro alle mutande, il piccoletto sarà soddisfatto, non resta che procedere verso l'inevitabile finale...



Se provate la "mattìa di colori", come la chiama il nano, ricordatevi che il foglio sarà molto scivoloso: più si sculetta più si rischiano capitomboli che mettono a rischio più che altro tute e pavimenti, ma ricordate anche che le tempere scompaiono in un attimo alla vista dell'acqua, senza lasciare traccia... 
Basterà per convincervi a provare?



48 commenti:

  1. Vi credo che vi siete divertiti!! Mi immagino già mio figlio nella stessa situazione!
    Non per fare la guastafeste di turno, ma hai un bellissimo pavimento...sei riuscita a pulirlo senza problemi?
    Comunque ti auguro che questi momenti ti portini tutta la felicità e la serenità che un po' ti mancano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, questo pavimento è la scelta più figa che abbiamo mai fatto! È gres, quindi non patisce davvero nulla! Il colore è venuto via con uno straccetto bagnato!
      Grazie mille per l'augurio! Me lo tengo stretto!

      Elimina
    2. Gres: bene, bene, me lo devo ricordare!

      Elimina
    3. đồng tâm
      game mu
      cho thuê nhà trọ
      cho thuê phòng trọ
      nhac san cuc manh
      số điện thoại tư vấn pháp luật miễn phí
      văn phòng luật
      tổng đài tư vấn pháp luật
      dịch vụ thành lập công ty trọn gói
      http://we-cooking.com/
      chém gió
      Hương Loan suy tư hỏi : “ Như vậy xem ra không ổn , chẳng lẽ thân thể Hải Dương đều bị ngươi nhìn hết hay sao ? Không được , tuyệt đối không được “ . Vừa nói xong , nàng vội lấy thân thể ngăn Diệp Âm Trúc tiếp cận với Hải Dương , không cho hắn đến gần .
      Tô Lạp cuống quít gật đầu đồng ý : “ Đúng vậy , ngươi làm sao có thể nhìn thân thể người ta “ .
      Diệp Âm Trúc nhìn Hải Dương . Lúc này Hương Loan không còn che mắt nàng nữa , hai người bốn mắt nhìn nhau . Hải Dương nhìn thấy một đôi mắt trong sáng , thuần khiết , hoàn toàn không có một tia dâm tà . Khẽ cắn môi , hai mắt Hải Dương lúc này toát ra vài phần kiên định , lại nhớ tới trận đấu tranh phong giữa các đệ tử , Diệp Âm Trúc vì bảo vệ các nàng mà không ngại đối mặt với lục long . Ánh mắt của hắn gây cho những người bên cạnh cảm giác tín nhiệm hoàn toàn .
      “ Được , để ta làm “ . Hải Dương kéo Hương Loan lại , thấp giọng nói , tay bắt đầu cởi áo .
      “ Hải Dương , ngươi , ngươi … “ . Hương Loan vội giữ tay Hải Dương , lo lắng nói .
      Hải Dương than nhẹ một tiếng : “ Hương Loan , lúc nãy không phải chính ngươi đã nói đây là một cơ hội hiếm có sao . Nếu hắn thật sự dung loại y thuật trong truyền thuyết , có lẽ ta có khả năng hồi phục . Ta nguyện ý thử một lần bởi vì ta hoàn toàn tin tưởng vào Diệp Âm Trúc “ .
      Hương Loan chậm rãi buông tay ra , ánh mắt có tia thống khổ : “ Diệp Âm Trúc , giao cho ngươi

      Elimina
  2. Tu sei davvero troppo fortee!!
    vapù

    RispondiElimina
  3. Sìììì, lo voglio!!!!
    E pazienza per il pavimento, tanto, peggio di così!!!
    E sappilo: la paresi al sorriso è di casa pure qua. Ma solo perché mi rifiuto di togliermelo dalla faccia. Io voglio portarmi dietro la felicità tanto faticosamente conquistata, 'azzarola!

    RispondiElimina
  4. Sei veramente favolosa ^_^ tuo figlio ricorderà con immenso amore questi momenti di follia ♡♥♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero, ma di sicuro io non li dimenticherò! (e probabilmente ci saranno per sempre macchie sul pavimento a ricordarlo!! :D :D :D )

      Elimina
  5. È divertentissimo lo facevo sempre con Stefano, mi sa che torneremo a rifarlo..chissà poi quando lo faranno in due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha!!! Mamma mia, tu si che sei coraggiosa!!!

      Elimina
  6. Ho fatto questo stesso gioco l'estate scorsa, rigorosamente all'esterno!!! Il tutto è finito con una doccia sotto l'irrigatore del giardino!! Ma che divertimento!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che noi siamo sempre in ritardo su tutto, pure sulle stagioni… :D

      Elimina
  7. Si, ma per fare questo gioco bisogna avere te come mamma! Io lo farei, ma le critiche del marito? E Puki ce l'ha la "saggezza" necessaria per non appiccicare le mani sul piumone, sul letto, sul muro...? non so se i miei sono ancora pronti. Magari questa estate all'aperto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il marito ha blandi sensi di colpa per la trasferta, e Puki… non so che dire, mi rendo conto che sia strano per un bimbo piccolo, ma quando si usa il colore lui ha un atteggiamento quasi da adulto, da sempre: non ha mai pitturato muri, letti… Poi recupera con altri settori in cui è, giustamente, un casinaro da paura, ma il colore è robba seria! Però si può sempre aspettare l'estate, basta un balcone piccolino piccolino… dai!

      Elimina
  8. al nido quest' esperienza contorni...esagerati.
    di solito procedevo con quattro bimbi alla volta, una stanza piccolina, tappezzata di carta sui muri e sul pavimento e piattini a terra colmi di colore.
    mi ci voleva una settimana per riprendermi!
    per fortuna al nido tra lavandini a trenta cm dal suolo e stuolo di dade che aiutano poi a riportare l'ordine e la pulizia, è tutto più semplice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cielo! 4 alla volta!! Mi chiedo come tu ti potessi riprendere! Sappi che mio figlio sarebbe impazzito e ti avrebbe amato molto, però!

      Elimina
  9. Io mi ci tufferei di testa, su questo foglio con le gocce di colore... però mi è toccata in sorte una figlia schifiltosa, che affonda le mani nel didò e mi guarda con aria disgustata, che si sporca le dita col pennarello e mi dice "oh no, mamma!" finché non le lavo le mani... crescerà... nel frattempo ti invidio e ti STIMO! :) Baci!!! (PS: l'euforia post vacanze è già esaurita anche dalle nostre parti...!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, magari è una fase. Lo dico perché anche Puki, che ama colorare quanto ama le macchinine, quindi da morire, ha avuto il momento "crisi da mani zozze", ho passato la scorsa estate a combatterla e rivendicare il suo sano diritto di sporcarsi alla grande, gli dicevo cose tipo: dai, sporcati! Coraggio! È solo terra/colore/sabbia/fango... i vicini sfottono ancora adesso

      Elimina
    2. Ahahah!!!! Manda ai tuoi vicini le foto di quello che avete fatto questo weekend... ti rifarai alla grande! :)

      Elimina
  10. sono l'unica che penso che tu sia pazza e che questa cosa non entrerà MAI epoi MAI nella mia casa e nella mia vita? no veramente così rischio l'esaurimento nervoso da necessità di pulizie... Tutta la mia stima.. ELisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha, ma sai che ti ho pensata?? Pensavo mi mandassi però direttamente a quel paese! Stima de che? L'ho detto che è stata una mezza pirlata!! :D :D :D :D

      Elimina
  11. Che bambino fortunato ad avere una mamma che gli lascia fare queste magnifiche COSE! Complimenti BRAVISSIMA! (se nessuno mi vedesse lo farei anch'io ! ;-) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Grazie! Non so garantire sulla fortuna di Puki, di certo metto la mano sul fuoco sulla sfida di mio marito! !:D :D :D

      Elimina
  12. prometto che proverò e con una certa serenità di spirito anche: il rientro è stato più che traumatico anche da queste parti e pur di distrarlo dal lamento piagnucoloso "non voglio andare a scuolaaaaa..." farei questo ed altro... ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, questo è lo spirito giusto! Anche per noi c'è un tantino di richiesta di attenzioni… e allora weekend di colori e macchinine, what else?

      Elimina
  13. fiko, fiiiiko , FIKO!!!
    anche il mio adora colori e macchinine. Una piccola cosuccia pero lo distingue da Puki....il colore lo esata parecchio, quindi potrebbe correre felice per la casa per vedere le belle improntine colorate x ogni dove! OPPURE si farebbe frenare dall'aver le mani e piedi sporchi...(quando fa le impronte con le mani sui fogli dobbiamo periodicamente andare a lavarle con acqua e sapone per poter ricominciare a sporcarci).
    Soluzione? Aspettare l'estate e provare ASSOLUTAMENTE!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola! Quella fase lì della sindrome da mani sporche l'ha pasta anche Puki! Sembra ne sia uscito, speriamo, io la detestavo: se ti devi sporcare fallo e poi ci puliamo alla fine! Ecco, pericolosetta invece la fase euforia!!!!

      Elimina
  14. Muaahhhh abbiamo lo stesso pavimento...non ho scuse per non provare! Anche per me periodo un po' cosi',ma menomale che ci sono i nanetti. Stamattina la duenne mi ha fatto una foto e mi diceva mamma cheeeeese(trad: mamma sorridi che ti faccio la foto).Io venivo da un problema al lavoro gigante e non riuscivo a fare un degno cheese...lei si e' avvicinata,mi ha alzato gli angoli della bocca e stretto gli occhi,dato una bacino e ha detto ECCO CHEEEESE. E io la amo <3 :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto santo pavimento!!!!! ;)))
      Seriamente poi: ma che dolce la tua bimba! Sono d'accordissimo con te: il biondino è meraviglioso nel cogliere problemi di umore e nell'intervenire con coccole e complimenti. Ieri si è addormentato sussurrandomi che sono bellissima, come una porsche… <3 <3 <3

      Elimina
  15. Risposte
    1. Non rispondo delle conseguenze! :)))))

      Elimina
  16. Sperimentato e goduto non poco! Lo sai una cosa io ho fatto esattamente cosa facevano loro 6 piedi e 6 mani minacciose per casa...paura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giorgia!!! Paura e figata!!!! Sei fantastica e intrepida!

      Elimina
  17. Belloooooooooooooooooo!
    Peccato il mio nano non voglia mai sporcarsi le mani...anche in spiaggia non si siede sulla sabbia ma gioca accucciato... :o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so, certe volte non capiscono le cose belle della vita! Ma magari è solo una fase: quella "sabbia e mani sporche" ha condizionato l'estate dell'anno scorso anche da noi!

      Elimina
  18. Ma che voglia di provarci che mi hai messo... riuscirò però a gestire due piccole pesti matte per i colori contemporaneamente?? Nel dubbio meglio aspettare la bella stagione e giocarci sul terrazzo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio Anna, non vorrei davvero avere le vostre pareti sulla coscienza! :)

      Elimina
  19. Non so se ha pubblicato il commento, sono da cellulare e qui è un delirio. (l'ho copiato però, blogger non mi frega più, bastardo)
    Te lo riscrivo qui ✌️

    Con Elisa attaccata ad una costola ed il suo moccolo sparso in fazzoletti ovunque riposti, voglio dirti una cosa.
    Bellissimo gioco, bel pavimento e bello tutto, ma tu di più :D
    Conosco la paresi di cui parli, conosco la fatica e la dedizione, l'impegno e la paura di perdere l'angolo in su e per questo ti stimo ancor di più.
    Tieni botta amika, presto ti sarai abituata al terremoto emotivo e brinderemo in Nicchia alle rughe scongiurate col tuo atteggiamento facciale.
    Voglioti parecchio bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho vinto! Si vede il commento vero? Ora devo stampartelo e incorniciarlo :D

      Elimina
    2. HAI VINTO!!!!!
      E adesso sì, devi incorniciarlo!
      Un abbraccio grande grande, amica!

      Elimina
  20. Found you on Pinterest. I really love the freedom and creativity your son experienced here. Thank you for sharing. Repinning :)

    RispondiElimina
  21. Che spettacolo! Anche mia figlia Martina quando aveva 2/3 anni ha fatto l'artista così è ci siamo divertite da matti :D!!!! Ora cheValentina ha 2 anni e mezzo, be' penso proprio che dovremo rifarlo!!!!!!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...