mercoledì 11 dicembre 2013

Zampe & Co e la doppia vita delle figurine doppie

"Mamma, guadda, un' altra giraffa! Sono fortunato!". 
Solo la bionda testa di un treenne potrebbe considerare una fortuna scoprire una figurina doppia, ma d'altronde mi aspettavo l'entusiasmo che avrebbe scatenato la vista di un album nuovo di zecca e pacchetti su pacchetti di figurine perché è la seconda volta che ho modo di partecipare al progetto Zampe della Panini.
Anche in questa occasione Puki è rimasto incantato dalle figurine "speciali": ce ne sono di pelose, rugose, tridimensionali e luminescentitermosensibili, capaci cioè di rivelare una immagine nascosta se sfregate con il dito (cosa che ha affascinato non poco anche me e il Vet), e addirittura multimediali
Ma il piccoletto è ancora troppo piccolo per scorgere nelle doppie una ghiotta occasione di baratto e quindi, dopo aver passato un'oretta ad attaccare adesivi sull'album, non essendo ancora passata la fissa, le abbiamo usate per inventarci lì per lì un gioco, basato su uno dei segreti meglio custoditi delle figurine: la loro doppia vita!



È un'idea piccola, ma capace di prolungare la vita delle figurine e soprattutto il gioco dei più piccoli!

È necessario innanzitutto essere "così fortunati" da trovare delle doppie per trasformarle in veri e propri personaggi da animare negli habitat e con le abitudini descritti dall'album: bisogna ravanare!






I trucchi per farle poi stare in piedi sono semplici: i pinguini si arrampicano su iceberg ricavati da pezzetti di rotolo della carta igienica grazie a due taglietti in cui possono incastrarsi.
Le giraffe possono continuare a scorrazzare grazie alle lunghe zampe di molletta...






Mentre Puki era impegnato a gestire il traffico della cucina-savana, io scoprivo le molte sorprese dell'album Zampe, e mi stupivo delle enormi differenze dalle raccolte che facevo io da piccola. 
In particolare sono rimasta impressionata dalle possibilità della realtà aumentata, grazie alla quale diciotto speciali figurine multimediali prendono vita sul tablet permettendo ai bimbi di giocare, attraverso una App da scaricare gratuitamente qui, con gli animali raffigurati, e di allevare, nutrire, coccolare il proprio piccolo di elefante!


E mentre guardavo Puki passare con disinvoltura dalla figurina dalle zampe di molletta alla realtà virtuale e ritorno, ho capito una volta di più che è questa la strada che funziona al meglio per la nostra famiglia: quella bizzarra commistione di fai-da-te e di tecnologia, di App sofisticate, didatticamente interessanti, e di invenzioni semplici di colla e pennarelli, che possono trasformare la realtà quotidiana delle piccole cose in qualcosa di leggermente più magico.

Per quanto riguarda l'album Panini qui trovate informazioni dettagliate su tutte le numerosissime iniziative legate a Zampe, e qui potete seguire tutte le novità attraverso Facebook.

Per quanto riguarda invece le vostre famiglie sono curiosa di sapere come la pensate sulla tecnologia rivolta ai bimbi: moderatamente favorevoli, stra-convinti prossimi al fanatismo o cortesemente distaccati?

15 commenti:

  1. La posizione " quando serve, quel che serve, per adesso"...può andare?
    Leggo con piacere che siete anche voi stupefatti dalle figurine di oggi , che con le nostre hanno in comune...penso solo la forma U_U ! E la realtà aumentata...pauuuura!
    Comunque qui le fortunatissime doppie vengono appiccicate all'istante su qualsiasi superficie libera intorno...e per questo sono momentaneamente bandite. Fino al ritrovamento del senno delle giovani menti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può andare, anzi direi che è assolutamente quel che penso anche io!

      Elimina
  2. La nostra posizione sulla tecnologia è "non esagerare con la precocità": il nostro piccolo ha 2 anni e mezzo e già ha familiarità con smartphone, telecomandi, pc...ma non ci affrettiamo a spingerlo a giocare con tablet e simili finchè preferisce i buoni vecchi puzzle, le costruzioni e i libri! in fondo la tecnologia è ovunque intorno a lui e non gli viene negata, non credo che ne soffrirà rispetto ai coetanei se ancora non ha la sua playlist su youtube, preferisco che alleni la mente con cose semplici, perchè se non le apprezza adesso non le apprezzerà più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci, concordo. Credo che il "non gli viene negata" sia già l'espressione di un sano rapporto! La playlist su youtube a noi capita, perché si balla parecchio la sera e gli ho fatto venire un trip da Mika notevole, però sono anche sicura che se ha modo di apprezzare adesso le cose semplici in qualche modo gli resterà dentro questo modo di vedere e reinterpretare la realtà, anche se un domani dovesse farlo cn strumenti tecnologici invece che scatole e costruzioni di legno. Insomma, credo che l'allenamento alle cose semplici sia fondamentale!

      Elimina
  3. Devo farlo anche io.... ho lo stesso album e nessuno con cui scambiare ;)
    Grazie dell'idea
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scambiamo noi!!
      Ci sono però anche organizzatissimi gruppi di scambio su fb e mi sembra anche sul sito di zampe!
      Sennò noi siamo qui: restii a separarci dalle nostre doppie ma potrei iniziarlo alla nobile arte dello scambio! :)

      Elimina
  4. Che ti devo dire...ultimamente ho trovato la cucciola (3 anni e mezzo) che lavorava col mio iphone sulle impostazioni: al mio "amore, no! Se lo sprogrammi mamma come fa a lavorare?" mi ha risposto con aria annoiata "mamma: sto solo staccando il wifi che è lento e non sento le canzoni su youtube".
    Le ho umilmente chiesto di insegnarmi come fare (anche a me a volte il wifi da i nervi...).
    Ma quello che mi consola è che se le fai vedere un pennello o un materiale per pasticciare (sale, colla, schiuma da barba, acqua, acqua, acqua...) lascia cadere le cose elettroniche (cosa effettivamente non ottimale) e gioca per ore a sporcare ovunque.
    Io credo che il giusto mezzo sia sempre la soluzione migliore!
    Ultimamente è affascinata dall'idea dell'ecografo che le fa vedere il fratellino in pancia...non si perde una visita!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fermi tutti!!!! Ho visto "ecografo" e non capisco più niente!!!!! Mi era sfuggita questa cosa! Ma auguri!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. Ecco, recuperata la calma aggiungo che anche per me è la stessa cosa: commistione di capacità tecnologiche assurde e sano piacere nel giocare con due mollette pinzate a una figurina: evviva il giusto mezzo!

      Elimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...