venerdì 8 marzo 2013

Giochi fai-da-te: il mostro gnam di toca boca

Mi è già capitato di raccontare come la mia famiglia sia divisa in due metà apparentemente inconciliabili: patiti di tecnologia da una parte, appassionati di cartoncini e giochi fai-da-te dall'altra. 

In mezzo cresce Puki che, costretto ad adattarsi all'altalena continua di innovazione e tradizione, passa con disinvoltura dal gioco di plastica riciclata di mammà all'hackeraggio dell'Iphone paterno.

Ebbene questa volta ho cercato la quadra tra i due estremi e ho provato a trasportare il protagonista di una delle app preferite di Puki in un gioco decisamente reale. 
La app in cui compare questo mostrino blu, che sicuramente chi apprezza i giochini virtuali conosce, si chiama Toca Boca Kitchen Monster, prontamente ribattezzata da Puki:



Ciò che mi è piaciuto del mostro Gnam è stata la reazione di Puki.
Adesso vi racconto, ma prima bisogna costruire il mostro, o, nel caso detestiate cortesemente ogni forma di app, il soggetto preferito del bimbo.

Il primo passo è, infatti, scegliere il soggetto: che sia un coniglietto divora carote, o una rana mangia mosche, disegnatelo con la bocca ben spalancata su un pezzo di cartone.




Ora non resta che attaccare sul retro una scatola da scarpe, cui è stato ritagliato il fondo, in corrispondenza della bocca affamata, come dimostra il piccolo aiutante.



Servirà a raccogliere la pappa lanciata al famelico mostro, e a recuperarla facilmente, aprendo il coperchio della scatola sul retro del gioco.
Inoltre costituirà la base per appoggiare il gioco sopra a tavoli e mobili, o per sostenerlo se appoggiato a terra: la scatola è il tocco in più!

Una mano di colore e...



L'inizio è promettente: c'è il sole e possiamo uscire a giocare in giardino, ma soprattutto c'è un Puki davvero incredulo e allo stesso tempo entusiasta del suo regalo.

E adesso accade l'inaspettato.


Il secondo tiro ha colpito di striscio uno dei dentoni del mostro. 
Puki ha sospeso il gioco e per qualche minuto si è preoccupato, ma davvero preoccupato, di assicurarsi che il suo amico non avesse troppo male.



Una volta finito "il cibo" da lanciare si è poi rifiutato di toglierlo dalla bocca del mostro, perché era la sua pappa, certi scherzi non si fanno!


Insomma alla fine questo giochino scemo mi ha mostrato ancora una volta la sensibilità di quel nanetto di 90 centimetri, un bizzarro esserino timido, riflessivo, dolce e coccolone, che sa scatenarsi come tutti i bimbi di due anni e mezzo, è ovvio, ma che ama anche rannicchiarsi in braccio per leggere una decina di libri uno in fila all'altro, colorare con il pennello e ballare con gli occhi chiusi.

Resto sempre stupita nello scoprire ogni giorno nuovi dettagli della sua complicata personalità, lontana anni luce da quella di suo padre e sua madre! Sono così curiosa di vedere come cambierà col tempo, e allo stesso tempo un po' intimorita da tanta sensibilità, che non sono sempre in grado di gestire e capire.


Ma tornando al mostrino... dopo aver chiarito che era d'accordo nel prestarci il suo pranzo per continuare a giocare, bè, allora ci siamo divertiti!




Mi chiedevo: come sono i vostri bambini?  Timidi e sensibili come puki? Scatenati e sbruffoni come le sue amiche?

28 commenti:

  1. Risposte
    1. sopravvivenza, cara, pura sopravvivenza! ;D

      Elimina
  2. Risposte
    1. Dai provalo! È davvero facile, ci si spende una mezz'ora e si può riproporre ai compleanni o alle serate con gli amici: il nostro finirà così, prima di essere abbandonato nell'angolo del recupero carta e cartone...

      Elimina
  3. tu sei un genio straordinario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica, seeeeeeeee... ma va là!! ;D Questa è autostima di prima mattina, mia cara, grazie!

      Elimina
  4. Sei un genio, te l'ho gia detto! e' anche l'app preferita della Bibi...mi sa che mi tocchera' farlo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da noi, in alternanza con puzzle di macchinine e animali... se lo fai racconta!!

      Elimina
  5. fantastico!! da noi niente app al momento ma possiamo fare qualche altro famelico animale, non c'è problema, la scelta è infinita... :-)
    direi che il bimbo oscilla... direi che anche qui siamo molto su coccole e dolcezza, con un monte di peluches che devono essere ben coperti quando si va a dormire, con i pesci disegnati che parlano tra di loro chiedendosi "ccome ttai?" e con decine di storie raccontate/lette ogni giorno (anche perchè altrimenti non mangia... finchè racconto posso fargli fare DI TUTTO!) Ma ovviamente prende anche a calci i palloncini, corre fino allo sfinimento e fa finta di giocare a rugby sul tappeto... Saranno mica normali, 'sti bambini??? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;)))))

      Il biondo è proprio un sensibile, un po' timido, molto molto coccolone, mi sta mettendo un po' in crisi questo carattere così diverso dai nostri, continuo a oscillare tra il desiderio di coccolarlo, l'istinto di protezione e la voglia di spronarlo a provare, perché si frena, il nanetto, si frena molto, e io mi chiedo se sia meglio assecondare come fa il Vet o se il mio ruolo sia quello di spingere un po'... boh! Vedremo!!

      Elimina
  6. hai delle idee TROPPO geniali!!!!!!!
    Non vedo l'ora che arrivino le giornate di sole x scatenarmi con Leo in giardino e copiarti l'idea!
    sei una mamma super!
    ps credo che il Puki abbia il meglio potendo alternare innovazione e tradizione, questo post ne è la dimostrazione!!
    un bacio
    www.giokaconleo.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. fantastico, abbiamo questa app, Giulione la adora!
    proverò a farlo!

    RispondiElimina
  8. Praticamente è quel gioco americano che non mi ricordo come si chiama... ma ti confesso che la tua versione mi piace di più! Lo sai che su Pinterest ho una raccolta tutta di mostri? Rubo virtualmente il mostriciattolo al tuo Puki, spero che non se la prenda^^

    RispondiElimina
  9. bellissimo! ma quando le pensi tutte queste cose? o anche questa sta nello scatolino pesca-giochi?!

    RispondiElimina
  10. Bellissimo e sarà un'idea da far scegliere a Pietro per il suo compleanno che si stanno disputando il piccolo chimico e i mostri! eheheheh

    RispondiElimina
  11. l'ho fatto anch'io con i miei bimbi, se ti va passa da me a vedere l'esito!

    RispondiElimina
  12. Ciao, ma è stupendo!!!
    Bravissima e geniale!
    Sono una nuova follower perchè non voglio più perdermi nulla di quello che fai.
    ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e benvenuta!!!! Sono molto contenta di conoscerti!
      Ciao

      Elimina
  13. Grazie del link. Mi strapiace. Il cartone c'è la scatola pure. I colori qua non mancano mai....ok....procediamo con un simpatico mostricciattolo. Spero lo aiuti con questa paura.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...