domenica 2 settembre 2012

L'astronauta e Neil Armstrong

Lunedì mattina, fine delle vacanze, rientro al lavoro e rientro al nido del Puki. 

Non aggiungerò altro, ne verrebbero fuori solo volgarità e racconti di depressione, mi limito a dirvi che mi è mancata la mia trascurata casetta virtuale e soprattutto le mie chiacchiere con voi, per cui il blog riapre ufficialmente i battenti!

Siamo stati tagliati fuori dal mondo per un paio di settimane, con connessione ballerina, senza tv, senza nemmeno troppa curiosità di aggiornarci sulle notizie: partivamo con un incomodo passeggero, una spossata stanchezza che non ci abbandonava da mesi e che ha osservato con sgomento il nostro progressivo  rilassarci, l'aumentare dell'abbronzatura e del numero di sorrisetti complici, la crescita costante della pazienza nell'affrontare i capricci del duenne. Sempre più immusonita, sentendosi indesiderata e incompresa, la nostra vecchia compagna ha iniziato ad allontanarsi, fino ad annunciare sconsolata la sua definitiva scomparsa davanti a un epocale fritto di pesce.

In questo periodo l'unica notizia che abbiamo letto ha riguardato la scomparsa di Neil Armstrong. 
Quella sera ho raccontato al Puki una storia della buonanotte diversa, che riguardava le stelle e un uomo che le aveva raggiunte, tornando infine lassù sulla fredda Luna che per tutta la vita aveva desiderato sfiorare di nuovo. 
Puki, che proprio quest'estate ha scoperto e si è innamorato del cielo stellato, ha capito a quanto pare che si può fare "Vruuum" veloce fino alle stelle, dove si trovano anche il mare e Lisa, la sua amichetta della spiaggia.
Insomma il messaggio è passato in modo confuso ed è stato prontamente riadattato dal duenne in un mitico racconti di spruzzi e sassi lanciati in acqua, ma per non dimenticarci questo piccolo racconto e l'uomo che lo ha ispirato, ho provato a trasformare in astronauta il piccoletto...


Dopotutto non serve molto per costruire uno shuttle e raggiungere la Luna, quelli della NASA se la tirano decisamente troppo!
È stato sufficiente finire il bagnoschiuma, tenere da parte due tappi di plastica, recuperare un po' di pastina e aggiungere un pezzo di cartoncino. 
Lo so, sembra una puntata male sceneggiata di MacGyver, ma funziona!

Il cartoncino, innanzitutto, si taglia con una tipica forma di alettone, con una piccola piega per incollarlo con facilità al razzo...


Si colora, si decora e si attacca con la colla a caldo. La stessa sorte tocca ai tappi di bottiglia, che si trasformano in super-turbo-giga-reattori a propulsione   termica (N.d.r. il Vet afferma che ho appena scritto una boiata di proporzioni cosmiche, tanto per restare in tema...)



L'oblò da cui il coraggioso astronauta potrà osservare la Terra allontanarsi si costruisce in fretta e furia perchè è tardi, risultando pertanto un po' sghimbescio, con un cerchietto di cartoncino e della pastina, per simulare i bulloni...



Il razzo è pronto, l'astronauta può salire e il viaggio interstellare può iniziare!

Prima tappa? La luna, ovviamente, Mr. Armstrong d'altra parte ne ha sempre parlato con affetto!


31 commenti:

  1. Altro che luna qui bisogna arrivare su Marte. Forza Puki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;D
      Ciao! Marte?! GULP!E mo' come glielo spiego? Vabbè, anche alla nasa ci hanno messo i loro anni, posso concedere al nano ancora un po' di astronomica incertezza!!

      Elimina
  2. è fantastico!!! l'ho capito leggendo che non era a grandezza naturale... o no???
    sono molto sveglia questa sera!!! bello questo blog!!
    Ciao Clod

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah, grazie, mi hai regalato la prima risata del rientro in ufficio, il compito era arduo!!
      Bacione!

      Elimina
  3. Bravaaaa torni e già ci mandi sulla luna? Brava brava
    Bentornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee!!!!! Ero davvero in astinenza da chiacchiere con tutte voi!

      Elimina
  4. fantastico!!!!
    soprattutto il sorriso di Puki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      ma grazie! Non posso che condividere, quel sorriso lì mi frega ogni giorno!

      Elimina
  5. Bentornati! Che carino il vostro shuttle! Anche noi in questo periodo spesso con il naso in su :-)
    se vai sul mio profilo fb trovi diverse foto e video della Luna scattate nei giorni scorsi. Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia! Grazie!! Come è stato il vostro Agosto?
      Vado subito a godermi le vostre foto e i video!

      Elimina
    2. Il nostro agosto molto bello. Ricco di letture animate, feste, teatro, qualche giorno con i nostri parenti brianzoli, cene, passeggiate, caldo... insomma pieno e bello! Sai che faccio? Scrivo un post in cui metto tutte le foto della Luna perchè mi piacciono tanto e linko anche questo tuo post :-)

      Elimina
    3. Ecco qui il mio post :-)
      http://pollon72.blogspot.it/2012/09/la-luna-o.html

      Elimina
  6. troppo carino!! :-) mi mancavano i tuoi lavori!!
    p.s. sono diventata una tua fedele seguace (anche) su pinterest... ne ho scoperto l'indispensabilità dopo che il mio computer è andato a farsi friggere e tutte le foto prese da internet che avevo amorosamente salvato e catalogato sono andate a farsi friggere con lui!!

    RispondiElimina
  7. ehm... in queste ferie... hai pensato? hai meditato? hai creato? :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mangiato, letto, dormito.... ah, ma prima o poi arrivo!!!!

      Elimina
  8. Anche noi vogliamo andare sulla luna, come avete fatto voi...
    Questa sera, la storia della buona notte sarà come la vostra, ma il razzo?! devo inventarmi qualche cosa?! come farlo?! e con cosa farlo?!
    userò un rotolo di cartone, quello dello scottex e del nastro rosso da elettricista...il resto lo farà la mia piccola...
    grazie per la bella idea, la storia, e per averla condivisa anche con noi
    mamma valeria del blog un truciolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, voglio vedere il vostro razzo!
      Ma se l'idea ti è piaciuta, afferra il primo flacone o la prima bottiglietta di plastica: Io adoro il cartone, lo sai, ma un razzo di plastica è sopravvissuto a lanci verso il cielo che avrebbero schiantato il più solido dei rotoli. Se anche la tua piccola vuole provare a scagliare il razzo sulla Luna servirà un rinforzo...

      Elimina
  9. stupendo...pure io sto progettando un paio di razzi, ma l'idea della pastina è geniale!!!! buon rientro a te e puki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!In effetti è piaciuta anche a me, non lo nego... Però aspetto i tuoi razzi!

      Elimina
  10. Bellissimo!! anche il racconto ;-)

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. P.s. e benvenuta!!!
      Sono andata subito a curiosare da te: quanto invidio la tua abilità! Credi sia complicatissimo imparare??? È nella mia lista dei desideri da troppo tempo!

      Elimina
  12. Bellissima idea e un tenero racconto! Buona esplorazione dell'Universo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariana, grazie! Devo ammettere che tenerezza è proprio quello che ho provato!
      A presto1
      G.

      Elimina
  13. Strepitosa idea e ... buon viaggiooooo!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...