lunedì 19 maggio 2014

La ricetta della colla fai-da-te (per bimbi appiccicosi)

Ci si potrebbe aprire una rubrica con post come questi intitolata: "Ma perchè?". 
Ma perché provare a fare la colla in casa quando ne esistono scaffali interi al super? 
Eppure io adoro questa ricettina di autoproduzione per due motivi: il biondino passa dall'appiccicarsi a me all'appiccicare a un foglio, con conseguente mezz'oretta di tregua garantita
Inoltre è completamente naturale, quindi si può proporre anche a bimbi davvero piccoli, e si rimuove pure con gran facilità da vestiti e mobili!
Ecco quindi perché, con gran soddisfazione, vi presento:

Per prepararla occorrono cinque minuti e due soli ingredienti, presenti in ogni cucina:


Si mettono in un pentolino sul fuoco e, mescolando con cura, si porta il composto a ebollizione. A questo punto si continua a mescolare per cinque minuti e si spegne tutto: la colla è pronta!


Mentre si aspetta che la colla si intiepidisca, si ritagliano forme e immagini da incollare, poi si prende un po' di colla col pennello o con un cucchiaino o con le dita, e si incolla!


Ok, forse non vi permetterà di riattaccare i cocci o appendere manifesti, ma con la carta funziona alla grande! Asciugandosi incolla con decisione, e poi ha i brillantini, quindi non occorre altro!

Il "perché" me lo sono chiarito, ma un dubbio mi resta: anche i vostri piccoli passerebbero la giornata a incollare?



22 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Irene! Le ricette della nonna funzionano sempre! :D

      Elimina
  2. bellaaaaa.....con i brillantini poi!!!! O_o La voglio!!
    Mara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I brillantini sono come la pasta sfoglia: rendono tutto più buono e divertente!!!!!

      Elimina
  3. Decisamente si! Incollerebbero anche me se potessero! ♥♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ana ma perché?? È un mistero!! :D

      Elimina
  4. bellaaaaaaaa! la faccio per le mie pesti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, prova! Non ci avrei scommesso 5o centesimi invece funziona! Lasciala sul fuoco finché ha la consistenza del budino, circa… Vabbè, a occhio! :D

      Elimina
  5. Sì, la colla è un fascino senza tempo, solo che il mio treenne dopo un po' si stufa dei ritagli di carta (troppo banali) e inizia a spennellarsi direttamente le dita...quindi la tua ricetta è perfetta, se è più facile da rimuovere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il mio… anche perché con la vinilica fa quei fili sottili che dice essere ragnatele di spiderman… Ecco, questa ha il vantaggio che le dita non le incolla proprio! Magari asciugandosi fa una patina che viene via con acqua, perché, dopotutto, è solo acqua e farina...

      Elimina
  6. ciaoooo io la uso tantissimissimo (e non solo con il piccolo di casa in effetti!) Funziona alla grande, garantito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma potevi dirmelo prima? Che ho dovuto convincere il marito a farmi provare e avevo sto gufo dietro la schiena che borbottava "Tra quanto butto tutto?" :D :D :D

      Elimina
  7. Ciao, la conoscevo, ma nn sapevo le quantità. Noi la facciamo un po' a caso. Mi ricordo che da piccola mio papà ci costruiva giganteschi aquiloni, appunto con la colla fatta in casa :). Il nostro "perche' fare la colla" era che trent'anni fa nn c'erano negozi aperti la domenica e guarda caso si creava proprio quel giorno!!!!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...