mercoledì 16 maggio 2012

e lui gioca con...nulla...

Una poveraccia si ingegna, sperimenta soluzioni, giochi nuovi, tecniche più o meno complicate per stupirlo, per coinvolgerlo, per insegnargli che la creatività si trova nelle cose più piccole... e poi lui che fa? 
Ruba una pila, si nasconde in camera da letto e con la sua risata folle gioca per una buona mezz'ora a far correre la luce sulle pareti cercando di acchiapparla con le mani...

Si vede che sto ancora sorridendo, vero???


14 commenti:

  1. e già... è sempre così! ;-)

    RispondiElimina
  2. Cara Giada, a me viene il dubbio che forse non siamo noi ad insegnare che il bello della vita si trova anche nelle piccole cose, ma sono i nostri piccoli nanetti a ricordarci quello che anche noi abbiamo imparato da piccoli.

    che bella riflessione la tua e che belle foto. Mi hai colpito...bum

    RispondiElimina
  3. E' proprio vero Stefano si ammazza di risate a giocare con una scatolina che fa rumore..

    RispondiElimina
  4. il nostro gioco poco prezzo-molta resa???
    il metro avvolgibile da manovale... ore e ore di gioco spensierato

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...