mercoledì 8 febbraio 2012

Scaldamani fai da te per un buon-NON-san valentino

Topino di Amaranth Road
Detesto il giorno di San Valentino.
È più forte di me, trovo che questa occasione sia assolutamente commerciale, sdolcinata, patinata.
Perché dunque mi trovo qui, sul tavolo della cucina, a guardare negli occhi un topolino di feltro bianco con un cuore rosso tra le zampe e a parlare di San Valentino invece che ignorarne semplicemente l'esistenza?? 

1- Perché il topo è adorabile. Punto.
2- Perchè sono totalmente e completamente innamorata di due uomini, anche se a ben vedere, uno dei due non supera gli 86 centimetri e forse non può ancora essere definito tale... L'anno scorso di questi tempi Puki aveva 7 mesi e io stavo iniziando a uscire dalle montagne russe dei primi mesi, quelli in cui sai di essere innamorata di tuo figlio, ma sei troppo stanca e ancora un po' incasinata per percepirlo davvero... Oggi è diverso, oggi scoppio d'amore, e attraverso le lenti rosa con cui osservo il mondo, l'idea di prendermi un po' di tempo per dedicare qualche attenzione e un po' di coccole extra agli amori della mia vita non mi dispiace.
3- Perchè ho creato un regalino per il Puki che in un post di San Valentino verrebbe chiamato "il mio cuore nelle tue mani", ma che, fortunatamente, non essendo questo un post di San Valentino, può essere definito esattamente come ciò che è: 
"Un cuoricino storticciaccolo fatta da mamma, e si vede, per scaldarti le manine mentre vai all'asilo".
 Ovvero uno scaldamani al riso, da riscaldare nel microonde. 
Ecco come si fa.

Si decide la forma e si ritaglia il tessuto. Io ho usato un pezzo di malandato pile rosso, mi dava l'idea di essere ancora più morbido e coccoloso.


Si cuce il cuore lasciando solo una piccola apertura. (E qui si ode la ghignata delle esperte di cucito...ok, sono negata con l'ago, ma voi guardate il tavolo, che è bello...)

Si riempie lo scaldamani con la sostanza scaldante scelta, nel mio caso, da vera vercellese, il riso, ma la versione classica prevede i noccioli di ciliegia.


Si sparpaglia riso ovunque in cucina, anche sul cane... emh, il passaggio è trascurabile.


Si chiude la piccola apertura restante e si decora a piacere lo scaldamani.

Ecco fatto! Il vostro cuoricino è pronto per andare nel microonde ad arroventarsi!


Si scalda a potenza massima, per 20/30 secondi. Bisogna fare qualche prova prima di regalarlo ai bimbi perchè il tempo di riscaldamento varia a seconda della dimensione e del materiale utilizzato, ma una volta pronto conserva e rilascia il calore per una buona mezz'ora, trasformandosi nel gioco perfetto da portare con sè quando si esce, da mettere nel passeggino (io ne mettevo uno simile nella fascia quando portavo il bimbo di pochi mesi in giro a gennaio), o da tenere nel lettino.
 In più è un lavoretto a prova di dummies con l'ago: se servisse ancora una prova della mia inettitudine ecco la mia scatola degli orrori del cucito.

E qui si ode il clic di "chiudi la pagina" sulla tastiera delle mamme esperte con l'ago..
Domani raduno alcune idee di San Valentino per e con i bimbi, per tutti coloro che hanno ancora un lato romantico da esprimere, come il mio personal guru, di cui ho trovato riflessioni sfogliano uno dei libricini della mia collezione.

9 commenti:

  1. Quel topolino è assolutamente adorabile!!!
    Riguardo a San Valentino, anche noi la pensiamo così. Del resto, ciascuna coppia ha il proprio anniversario, magari anche più d'uno da collegare a diversi eventi/momenti speciali... perché confonderli con una festicciola commerciale?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Nora, il problema è che poi mio marito si allarga...Il compleanno? Ma dai, noi festeggiamo il buon-non-compleanno, come in Alice, forte vero? (ok, forte, ma festeggiamo!!)Natale??boooh, Natale ormai è solo per venderti lucine!(ok, ma a me piacciono e a Natale voglio un sacco di pacchetti!). Insomma San Valentino continua a essere antipatico ma qui si esigono regali!!!(messaggio subliminale...)

      Elimina
  2. il cuoricino caldo e morbido lo trovo perfetto.
    La tua scatola del cucito è proprio quella che serve per iniziare una nuova avventura con il cucito :)
    Secondo me sei portata e, se vorrai, potrai fare grandi cose.
    E sottolineo che io sono esperta di cucito :)

    bel post, bel tavolo
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tsè...tante belle parole, ma lo sapevo che stavi fissando il tavolo!!!Grazie!!Detto da te mi fa gasare ancora di più!Grandi cose? Attenta, questo weekend preparo la mia Simonetta...BAcio!

      Elimina
  3. da rifare assolutamenteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    bravissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  4. Bellissimo articolo -adoro lo stile 'self-derecating' con cui scrivi, che poi invece le cose che fai sono BELLISSIME!! Ah dimenticavo: Buon San Valentino! ;)

    RispondiElimina
  5. OOPS... volevo scrivere 'self-deprecating' ovviamente!

    RispondiElimina
  6. Sono davvero senza parole per la tenerezza e la simpatia delle idee che vengo volentieri a leggere qui da te... complimenti..i tuoi uomini sono veramente fortunati !!

    RispondiElimina

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...